Amministrative Trapani, Peppe Bologna presenta gli assessori designati con novità

Qualcuno l’ha presa come una provocazione, l’ennesima, nello stile che fu un tempo dell’editore Peppe Bologna. Ed invece il candidato sindaco della lista Scirocco ha accompagnato la nota stampa con i nomi dei primi assessori designati come “ tra i più rappresentativi e noti a Trapani e non solo, sottolineando la loro professionalità, il loro impegno sociale e nello sport”; di certo è uscito dai paradigmi del paludato. Insomma è certo di avere fatto la scelta giusta, chissà mai!

Si tratta dell’avv. Gino Bosco, di Antonella Cardella, Teresa Scalabrino e di Peppe Di Pasquale. Sul versante della popolarità non possiamo che dare ragione a Bologna, nessuno di loro è un illustre sconosciuto magari pieno di titoli di studio. Non ha bisogno di presentazione l’avv. Gino Bosco, legale molto noto per la sua professione non solo a Trapani, un passato di consulente dell’amministrazione guidata da Mario Buscaino; note nell’ambiente dello sport e del sociale Antonella Cardella,insegnante in pensione, sia per la sua storia personale di atleta di pallacanestro che per essere la figlia di uno dei “padri” del basket a Trapani; anche Teresa Scalabrino, insegnante, ha un passato nello sport.

Infine, ma non ultimo, Peppe Di Pasquale, commerciante, fioraio. Anche lui non ha bisogna di presentazione, si parla di fiori e si individua Di Pasquale e la mitica “flora Giapponese” in corso  Vittorio Emanuele. Di Pasquale è stato anche all’interno di associazioni sindacali del settore commercio.

Sempre ieri pomeriggio,  Peppe Bologna ha consegnato al Comune il suo progetto elettorale “Nuova città” con l’elenco dei candidati al consiglio corredato, come prescrive la legge, da 456 firme a sostegno.

A.V.