ERICE, LA SINDACA SMENTISCE E “MINACCIA”

Dal Sindaco di Erice  Daniela Toscano abbiamo ricevuto il comunicato stampa che qui sotto pubblichiamo:

Con riguardo alla notizia diffusa nella serata di ieri dal giornale “La Repubblica” e oggi pubblicata anche dalla redazione de “Il Locale News”, circa un secondo intervento dei Carabinieri avvenuto ieri pomeriggio presso gli Uffici comunali, per acquisire ulteriori atti e documenti, SMENTISCO tale notizia divulgata “ad arte”.

Ieri pomeriggio infatti gli uffici erano chiusi e né il Segretario Generale né altri funzionari sono a conoscenza di alcun intervento.

E’ evidente che qualcuno vuole giocare al “massacro” alimentando voci per fatti di reato gravi di cui al momento non abbiamo alcuna conferma, probabilmente solo al fine di condizionare la campagna elettorale in corso a Trapani.

E’ chiaro comunque che assieme ai nostri legali valuteremo ogni azione utile per tutelare l’immagine dell’attuale amministrazione comunale e degli uffici.

Come si legge, tra le testate “incriminate” non c’è il nostro giornale, potremmo anche disinteressarci della vicenda. Così non è. La smentita ci sta tutta, è nel diritto della Sindaca e di chiunque vuole rettificare una notizia “non vera”. Tra l’altro c’è un articolo, il n°8 della legge sulla stampa che espressamente prevede la smentita o la rettifica, obbligandoci a pubblicarla.

 Interveniamo come giornalisti, se ci è consentito con ultra decennale esperienza, per esprimere, in primis, la totale solidarietà a nostri colleghi, successivamente per esprimere tutto il nostro dissenso per questo metodo di agire del comune di Erice che ormai appare consolidato da anni, da quando nel palazzo della vetta si è insediato un Sindaco che riteneva di “impaurire” l’informazione, e non solo, minacciando querele a destra e manca o addirittura di misurarsi elettoralmente ( cosa che ha del ridicolo ndr). Ritenevamo che quel periodo fosse stato messo alle spalle, che la sindaca Toscano, persona che stimiamo molto, volesse cambiare metodo, anche per salvaguardare le casse comunali che nel capitolo di bilancio sulle spese legali sembra abbastanza consistente. Purtroppo, almeno in questo caso, così non è stato, la sindaca usa aggettivi offensivi sulla stampa che farebbe bene a risparmiarsi per non incorrere Ella stessain querele. A Erice la smettano con “massacro”, “mascariamenti” e roba simile, ritornino sulla terra dei comuni mortali e rispettino i valori dell’informazione.

                                                                                   Il direttore

Aldo Virzì