Il Trapani Calcio onde evitare la diffusione di notizie prive di fondamento, comunica:

Come è noto a tutti, il comandante Morace, a cui si deve la “rinascita” del Trapani Calcio che ha fatto sognare i Trapanesi portandoli ad un passo dalla serie “A”, avrebbe voluto fare già da tempo un passo indietro e passare il testimone della guida del Trapani Calcio. La mancanza però di soggetti interessati e con un progetto serio e credibile gli ha fatto sempre rimandare la decisione e il Comandante, proprio per l’amore nei confronti della squadra e della città di Trapani, ha proseguito nel suo impegno nel corso di questi anni.

Alla fine della scorsa stagione sportiva, nonostante i noti accadimenti che hanno investito la Liberty Lines e una retrocessione assolutamente immeritata, il Comandante Morace ha deciso, sempre per l’amore verso la città, la squadra, i suoi tifosi, di proseguire ancora per un’altra stagione sportiva.

Nel frattempo ha continuato a cercare soggetti che potessero rilevare la società  Trapani calcio, con un progetto serio, che ne potesse garantire  la continuità nel tempo.

Sono state già da marzo avviate interlocuzioni tramite consulenti di fiducia del Comandante Morace, che, nonostante apparissero sempre ad un passo dalla definizione, ad oggi non si sono concretizzate.

Il 4 giugno scorso, anche al fine di cercare accelerare il percorso e valutare l’esistenza di altri soggetti interessati, stante le imminenti scadenze federali, il Comandante Vittorio, consapevole della sua impossibilità a proseguire, per i più disparati motivi comunque trasmessi alla tifoseria ed alla città tutta, ha reso ufficiale e pubblica la propria decisione.

Nel contempo la stessa decisione è stata condivisa dalla Liberty Lines, anch’essa impossibilitata a proseguire nell’oneroso impegno che, nonostante tutto, ha continuato in questi ultimi anni.

La proprietà continua comunque ad adoperarsi per  individuare eventuali soggetti interessati a rilevare la Società.

 

Lo stato delle trattative.

Si precisa che questo comunicato viene trasmesso solo oggi per evitare strumentalizzazioni nella tornata elettorale che ha visto impegnata la città di Trapani.

Alla data odierna sono giunte al Trapani Calcio, anche per il tramite dell’amministratore dott.ssa Iracani, diverse manifestazioni d’interesse, ma solo due sono state ufficialmente formalizzate.

Una da parte dell’avvocato Bosco, per conto del dottor Giuseppe Bologna, ed un’altra per conto di una società che ha richiesto la massima riservatezza.

La società ha dato la massima disponibilità e fornito ogni informazione utile ai fini di una valutazione dell’acquisizione, ma ad oggi non si sono avuti riscontri concreti.

Si ribadisce che ogni richiesta proveniente da soggetti che intendessero manifestare interesse all’acquisizione della Società sarà presa in considerazione.

Si sottolinea che l’unico interesse della proprietà è legato alla prosecuzione dell’attività sportiva professionistica in città ed al mantenimento dei livelli occupazionali dei dipendenti, pertanto vi è la massima disponibilità ad agevolare il percorso.

Si aggiunge inoltre che, qualora l’imminente scadenza per l’iscrizione al campionato dovesse rappresentare un ostacolo al completamento di una eventuale trattativa, l’attuale proprietà è disposta anche a valutare l’ipotesi di anticipare le somme necessarie facendosi carico, temporaneamente, di tale ulteriore impegno.

 

Alla luce di tutto quanto rappresentato, si invitano i soggetti che possano essere  interessati a rilevare la società Trapani Calcio a formalizzare nel più breve tempo la propria manifestazione d’interesse e nel contempo si fa appello anche alla nuova Amministrazione Comunale, affinché possa farsi parte attiva nella ricerca di esponenti delle professioni, dell’imprenditoria, del commercio e del tessuto produttivo, nella considerazione che il Trapani Calcio è patrimonio della Città e rappresenta per la stessa, non solo un valore sportivo, ma soprattutto sociale.