Erice: LA ROTONDA DELLE POLEMICHE

*Si precisa che le informazioni riportate nell’articolo sottosegnato sono tratte da un post pubblicato sul profilo personale del consigliere Giuseppe Spagnolo e non sono oggetto di alcun comunicato stampa.

Ma la rotonda sul lungomare, quella di fronte ai lidi che dovrebbe dare sicurezza a pedoni e automobilisti svolgerebbe questo compito o potrebbe essere addirittura pericolosa?

Se lo chiede il consigliere Giuseppe Spagnolo che in una nota scritta sul suo profilo facebook fa un po’ il resoconto della situazione aggiornata ad una conferenza di servizio che sull’argomento si è tenuto nel fine settimana.

La cosa che appare incredibile, almeno leggendo il suo resoconto, riguarda il comportamento del comandante dimissionario dei vigili urbani che “non esprime parere sulla sicurezza dell’attraversamento pedonale”. Sarà anche dimissionario, ma sino a quando svolge quel ruolo ha l’obbligo di esprimersi. Poi c’è tutto il problema del progetto di questa rotonda, sicuramente un progetto sbagliato, ma, come afferma lo stesso consigliere, “non è il solo”.

Il comandante dei vigili urbani avrebbe “dovuto esprimersi in fase progettuale”, non lo ha fatto ed oggi, stando sempre al resoconto del consigliere comunale, siamo ad uno scontro tra progettista e comando dei vigili: “sembra una lotta contro i mulini a vento che, come spesso accade, penalizza solo i cittadini contribuenti”. E a proposito dei contribuenti, cioè dei cittadini, il consigliere enumera i danni che questa rotonda arreca “impedendo di fatto a tutti di poter accedere agli stabilimenti balneari. In particolare “ai soggetti diversamente abili, visto che lo stabilimento balneare più vicino ospitava soggetti in carrozzina “che dopo questa scelta scellerata (la definisce così ndr) avranno difficoltà ad accedere al lido”. L’elenco è ancora lungo, ma è conosciuto da tutti i frequentatori dei lidi e anche da quelli che, per varie ragioni, attraversano la litoranea.

E’ noto che l’amministrazione comunale di Erice, gestione precedente, si è distinta anche per le sue mega rotonde, qualcuna sicuramente utilissima, qualche altra, per come è stata progettata, fa il paio con la famosa pista ciclabile.

VAB