Ricostruiamo “Lo Scivolo”: venerdì serata in piazza per raccolta fondi

Ricostruiamo “Lo Scivolo”. Questo il tema della manifestazione solidale che si terrà venerdì 20 luglio alle ore 21.00 presso piazza Riviera a Cornino.

L’evento promuove la raccolta fondi destinata alla ricostruzione del lido  balneare “Lo Scivolo” di Cornino, raso totalmente al suolo da un incendio accidentale la scorsa settimana. La serata danzante prevede le esibizioni dei gruppi musicali “City of Lights” e “Acoustic Karma” cui seguirà il dj set con Michele Simonte, Pietro  Rizzo e Vincenzo Mazzara. Nello stand antistante il palco sarà offerto un servizio di ristoro e di american bar curato dal “Retrò Lounge Bar”, da “Mastro Birra 25 – Gusto Siciliano” e dalla “Cantina Siciliana”.

La manifestazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Città di Custonaci e del Sindaco Giuseppe Bica che ha concesso gli spazi e le autorizzazioni necessarie e grazie a tutto lo staff di artisti, bartender e collaboratori che, per l’occasione, hanno deciso di offrire la propria professionalità a titolo assolutamente gratuito.

In realtà molti altri artisti della provincia avevano sposato l’iniziativa all’unanimità. Non saranno, purtroppo, presenti per cause di forza maggiore, ma ad ognuno di loro va l’infinito grazie di tutto lo staff targato “Scivolo”.

Durante la serata sarà anche possibile acquistare dei “ticket – consumazione” in prevendita, da spendere in un secondo momento presso “Lo Scivolo”, una volta che il chiosco sarà ripristinato. Per chi desiderasse contribuire con un’offerta libera, saranno messi a disposizione dei “carusi” come quelli che già da giorni sono presenti in tante attività commerciali di Trapani.

L’iniziativa dei “carusi”, promossa da una cerchia di amici de “Lo Scivolo”, ha riscontrato il favore e la solidarietà dell’intera cittadinanza tanto che in poche ore il numero dei “carusi” richiesti per la raccolta fondi si è più che triplicato.

«Siamo commossi per la solidarietà che amici, conoscenti, gestori di altri locali e discoteche e gente assolutamente sconosciuta ha manifestato nei nostri riguardi e nei modi più disparati. In questi momenti si capisce sul serio chi sono gli amici veri e, come si dice?, chi ha amici non è mai povero. Vorremmo, inoltre, sfatare il mito generato da facebook in merito ad infondate ipotesi sulle cause che hanno generato l’incendio: nessun pizzo, nessuna intimidazione di stampo mafioso, ma un “semplice”, imprevedibile e amaro corto circuito». Così commenta lo staff de “Lo scivolo”, raccontando, con voce provata, ai nostri microfoni degli infiniti messaggi di cordoglio e di incoraggiamento ricevuti su whatsApp, di quanti, pur non conoscendo in prima persona i gestori del lido, si sono prodigati prestando, a titolo gratuito, manodopera, attrezzature, tempo e impegno.

Attorno a quel chiosco, che sembrava essere solo un servizio di contorno ad una delle location più suggestive del litorale di Trapani,  si stringe oggi un’intera città. Si stringe attorno ai sacrifici sudati per un’attività andata letteralmente in fumo, alla passione per il lavoro che traspira ancora dalle ceneri, all’amore per un luogo che per molti, per lo staff in primis, era diventato una casa e una famiglia.

Ad oggi sono già partiti i primi interventi di ripristino del lido che, si spera, sarà completato entro pochi giorni. Per farlo è indispensabile ogni vostro singolo aiuto e preziosa la vostra presenza in piazza venerdì sera.

 

Samantha Tipa, Staff “Lo Scivolo”