Al via il 1° Concorso nazionale di poesia e letteratura Skenè – Città di Marsala

Tutto pronto per il “Primo concorso nazionale di poesia e letteratura Skenè – Città di Marsala”: verranno premiate poesie in lingua e in dialetto, racconti e anche un testo teatrale.

Un premio speciale sarà assegnato dall’associazione Palma Vitae per promuovere la parità di genere e scongiurare le violenze sulle donne.

Si tratta di un’iniziativa promossa lo scorso dicembre dall’associazione culturale presieduta da Massimo Licari, che poi ha subito uno stop a causa della pandemia di Covid19.

L’appuntamento è per domenica 12 luglio alle ore 18,30 al Baglio Anselmi.

A selezionare gli elaborati pervenuti da tutta Italia è stata la giuria presieduta dal prof. Vito Titone e composta da: Giusy Agueli, Fabio D’Anna, Chiara Putaggio e Luana Rondinelli.

Non una semplice cerimonia di premiazione: la manifestazione punta ad essere un reading dei testi inediti con il valore aggiunto degli interventi musicali di Luisa Caldarella e Francesco Pavia.

Le opere vincitrici saranno lette da: Eleonora Bongiorno, Loredana Salerno, Andrea Badalucco e Maria Grazia D’Antoni.

A presentare sarà la giornalista Chiara Putaggio.

Al termine si terrà una degustazione di vini offerti dalle Cantine Chitarra.

L’ingresso è libero.

“Crediamo che sia importante tornare ad incontrarci in occasione di momenti culturali – ha detto Massimo Licari –. Abbiamo registrato una buona partecipazione, non solo dalla Sicilia. L’obiettivo è far crescere questo concorso e iniziative culturali in genere nella nostra città. Anche per questo anche noi, abbiamo sottoscritto, come associazione, il “Patto per la Lettura”, da poco siglato tra il Comune e numerosi operatori culturali locali”.

“Quando mi hanno proposto di organizzare a Baglio Anselmi la manifestazione – dice Enrico Caruso, direttore del Parco Archeologico di Lilibeo – ho subito accettato. E’ un concorso interessante e mi sembra particolarmente significativo che si possa parlare di libri e di poesia in questo sito prestigioso. Mi auguro che la manifestazione si consolidi nel tempo, e che sia un punto di partenza di tante altre belle manifestazioni ospitate dal Parco”.

“Siamo lieti di essere riusciti a promuovere un concorso del genere, che si realizza a Marsala grazie a Massimo Licari e alla collaborazione preziosa di tutto lo staff – conferma Luana Rondinelli -. Un’iniziativa che ha il suo riscontro culturale in un luogo meraviglioso come il Parco Archeologico. L’intento era quello di far sì che grazie alla cultura ci fosse nella nostra città, un ‘movimento’ di autori, poeti e scrittori che, da tutta Italia, hanno partecipato a questo concorso. Si realizza un lavoro di squadra che abbiamo curato con grande partecipazione emotiva. Siamo certi che sarà un bel momento di condivisione dopo le lunghe settimane di distanziamento sociale dovuto al lockdown e ci auguriamo di contribuire ad offrire anche una serata di riflessioni grazie a temi che ci sono sempre molto cari”.