Toti Stabile capocannoniere e promozione: Una stagione da ricordare

La stagione sportiva da poco conclusa è stata assai positiva per il Fulgatore, squadra di calcio trapanese che ha trionfato nel campionato di Prima Categoria e che l’anno prossimo approderà in Promozione.

Come noto, tutti i campionati italiani dilettantistici della stagione 2019/2020 si sono conclusi in anticipo per via dell’emergenza sanitaria, dunque promozioni e retrocessioni sono state assegnate sulla base della classifica temporanea pre-covid, tuttavia il successo del Fulgatore è sempre stato fuori discussione: nel momento in cui il campionato si è chiuso, infatti, la squadra allenata da Mister Grammatico era al primo posto con ben 12 punti di vantaggio dalla seconda.
Sarebbe stato sicuramente bello, per la squadra bianco-blu, poter disputare anche le ultime partite e festeggiare sul campo la promozione, tuttavia quello conseguito rimane un grande traguardo.

Nel calcio, si sa, a vincere è sempre il gruppo, ma una nota di merito speciale va al bomber Toti Stabile, classe 1992.
Stabile è stato infatti il capocannoniere del Fulgatore e ha viaggiato ad una media superiore ad un gol a partita: in 17 match, infatti, il centravanti ha realizzato ben 20 reti, di cui 10 su rigore.
Al di là dei numeri, Stabile si è confermato un autentico punto di riferimento per la squadra e i suoi gol sono stati spesso decisivi, si pensi ad esempio al bellissimo colpo di testa che ha sancito la vittoria di misura in casa contro l’Altofonte.
Stabile è in forza al Fulgatore da ben 8 anni e anche a livello giovanile si è sempre distinto: in un’occasione, infatti, conseguì il titolo di capocannoniere nel campionato allievi.

Nelle sue dichiarazioni, Toti Stabile non ha nascosto la sua soddisfazione, sia per il bottino personale che per quanto conseguito dalla squadra.
Anche Stabile avrebbe voluto poter concludere il campionato, anche perché il buon livello di forma raggiunto lo avrebbe probabilmente portato a segnare ulteriori reti, ma quel che conta è che la squadra sia riuscita a conseguire quest’importantissimo traguardo.

L’attaccante ha sottolineato il fatto che il Fulgatore è cresciuto tantissimo rispetto alla stagione precedente, il desiderio di riscatto era enorme e la squadra è divenuta molto più compatta a livello di gruppo, inoltre ha rivelato alcune curiosità interessanti, su tutte il fatto che l’arrivo di Cannavò sia stato da lui vissuto come un’autentica “svolta” essendo riuscito a instaurare un feeling impeccabile con il compagno di squadra.
Un ringraziamento è stato inoltre rivolto ad allenatore e viceallenatore, i quali hanno curato la preparazione della squadra in modo rigoroso e puntiglioso con il tipico atteggiamento di chi “da tanto, ma pretende altrettanto”.

Ora, per il Fulgatore, si prospetta una nuova sfida, sicuramente molto più impegnativa: tra la Prima Categoria e la Promozione, infatti, il divario tecnico è piuttosto consistente.
Proprio negli scorsi giorni è giunta la conferma ufficiale di mister Grammatico anche per la prossima stagione, e anche bomber Stabile non ha dubbi: l’attaccante ha dichiarato infatti che restare al Fulgatore anche il prossimo anno è per lui “l’unica scelta possibile”.