Coronavirus: il Piano di emergenza dell’Asp di Trapani

Il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani, ha disposto un piano per il contenimento del virus Covid-19 che prevede una serie di misure di potenziamento delle strutture e del personale medico/sanitario sul territorio. Sono stati assunti con contratto a tempo determinato tre dirigenti medici di Malattie infettive, 10 medici di Medicina interna, sei operatori socio sanitari, otto infermieri. Gli incarichi hanno durata sino al 31/12/2020.


La direzione strategica dell’Asp, disposto le procedure di acquisto ‘in urgenza’ dei dispositivi di protezione individuali e l’attivazione delle strutture di pre-triage collocate nei presidi ospedalieri di Trapani, Mazara del Vallo, Marsala, Pantelleria e Alcamo. Nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale trapanese S. Antonio Abate si stanno attivando in urgenza due posti letto a pressione negativa; sei posti letto saranno attivati nel reparto di Terapia intensiva nel presidio ospedaliero Paolo Borsellino di Marsala per elevare l’offerta complessiva a 26 posti letto.

Il Piano di gestione dell’emergenza prevede, inoltre, la possibilità di ricorrere alla sospensione temporanea dell’attività chirurgica ordinaria e all’attivazione di ulteriori 8 posti letto nel reparto di Terapia intensiva degli ospedali S. Antonio Abate a Trapani e Paolo Borsellino a Marsala. La direzione aziendale dell’Asp ha inoltre disposto con decorrenza immediata la temporanea sospensione di ferie e permessi per tutto il personale dipendente e il richiamo in servizio di quanti al momento in periodo di riposo.

Fonte: TELESUD