Erice, I Carabinieri consegneranno le pensioni agli anziani

Erice, A seguito delle ultime restrizioni emesse per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, che non consentono spostamenti tra comuni diversi, una delle categorie che sta risentendo maggiormente di questa situazione, è quella degli anziani che spesso non possono contare sull’aiuto dei prossimi congiunti, poiché lontani.

In questa situazione di crisi, sono moltissime le richieste di aiuto che pervengono alle locali Stazioni dei Carabinieri, viste come punto di riferimento soprattutto da chi sta avendo difficoltà ad approvvigionarsi di generi alimentari, farmaci e, in questi giorni, della pensione.

L’Arma dei Carabinieri, nell’ambito delle iniziative volte al sostegno della popolazione, ha avviato una collaborazione con la Società Poste Italiane finalizzata al ritiro delle pensioni da parte della Stazioni,in favore degli impossibilitati, per tutto il periodo emergenziale. Tale servizio, previa delega firmata dal titolare che sarà consegnata a Poste Italiane da parte di militari operanti, permetterà a tutti i cittadini che ne faranno richiesta, di rimanere serenamente a casa.

È quanto accade anche nella località di Erice Vetta, un piccolo borgo solitamente apprezzata metà turistica, dove gli unici esercizi pubblici rimasti aperti sono una bottega di generi di prima necessità, una farmacia e un Ufficio Postale aperto a giorni alterni, in cui l’età media della popolazione, che nel periodo invernale si attesta tra le 250 e le 300 unità, è molto alta. Qui i militari hanno già attuato le nuove disposizioni con servizi dedicati, consegnando direttamente a casa degli anziani richiedenti le prime pensioni.

Non solo controlli a tutela della legalità, quindi, ma aiuto concreto che mette al riparo una delle fasce deboli della popolazione dall’eventuale contagio da Coronavirus.