Giuseppe Bica Nella vita di tutti i giorni è un comunicatore, si occupo di immagine e di marketing creativo. E’ sportivo, sì, ma non un atleta provetto; recentemente ha superato i suoi limiti, camminando per 24 ore di fila senza dormire, per percorrere i 100 km che separano la mia Trapani da Palermo.

“Quello che però veramente mi appassiona, quello che mi fa sentire davvero VIVO…che sia a lavoro, nella vita di tutti i giorni oppure nello sport…sono le SFIDE!

Voglio pedalare tutta l’Italia, voglio pedalare TUTTO LO STIVALE ! Sarà un viaggio alla ricerca di un nuovo me stesso, un’avventura sportiva sulle due ruote attraverso l’Italia, da Sud a Nord, con la quale ho l’obiettivo di promuovere la cultura della mobilità sostenibile e di sensibilizzare l’opinione pubblica verso il muoversi “in modo green”.

Sì, perché abbiamo strapazzato il nostro pianeta, lo abbiamo maltrattato. Ed è per questo che ho attivato una raccolta fondi a favore di Medici Senza Frontiere che da 50 anni si occupa di aiutare le popolazioni colpite da catastrofi naturali, guerre o epidemie come il Coronavirus in più di 70 paesi nel mondo. Con il tuo sostegno, devolverò il 50% della somma raccolta per il “Fondo Emergenze”, dal quale MSF attinge per rispondere alle emergenze, tra le quali quelle da catastrofi naturali, sempre più spesso generata dai cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento globale.

Sto provando a dare un significato alla vecchia versione di me, poiché ho imparato così tanto dagli errori finora commessi, che sto pensando di continuare a farne degli altri!Non so che cosa io stia cercando, ma so che troverò qualcosa o qualcuno! Se non li dovessi trovare, so che l’aver provato a farlo mi avrà comunque reso felice.Sono certo che non esistano persone senza risorse, ma solo stati emozionali senza risorse, poiché abbiamo dentro tutto ciò di cui abbiamo bisogno e dobbiamo solo tirarlo fuori. Voglio provare a dare l’esempio e stimolare all’azione.

Non basta pensare fuori dagli schemi! Pensare è passivo, bisogna agire fuori dagli schemi!Non si può aspettare che cambino le condizioni esterne per poter agire, piuttosto bisogna cercare il cambiamento attraverso l’azione. – dichiara Giuseppe Bica sulla sua pagina Facebook che continua dicendo – Se è vero che la crescita viene dall’azione, quest’ultima comporta quasi sempre delle critiche, ma per realizzare il proprio potenziale, si deve correre il rischio di fare ciò che gli altri non credono tu possa essere in grado di fare e soprattutto ciò che tu stesso credi di non poter fare.Spesso sottovalutiamo noi stessi, aspiriamo a fare solo ciò che sappiamo di poter realizzare, invece di puntare a qualcosa che va oltre le nostre capacità.

Se, però, non tentiamo di creare il futuro che vogliamo, saremo costretti ad accontentarci del futuro che ci capita e io non voglio! Voglio confrontarmi con l’unica persona con cui ognuno di noi deve misurarsi…se stesso!Spingersi oltre è una questione di testa, non di chilometri, è il sorriso prima della salita finale, la scelta di una via verso l’ignoto, anziché verso un sentiero conosciuto. È la voglia di godersi ogni momento, anche di quelli che non vanno secondo i piani, è il desiderio di proseguire anche quando il percorso finisce…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: