LETTERA APERTA AI TIFOSI E AGLI IMPRENDITORI TRAPANESI

Riceviamo e pubblichiamo

L’alternarsi delle vicende societarie, accompagnate da quelle giudiziarie, non aiuta ad uscire dal tunnel dell’instabilità societaria e dalla incertezza sulle sorti del Trapani Calcio.

Lo scorso anno, la Maglia Granata meritoriamente in B; quest’anno “comunque sportivamente sal- va” sul campo da gioco, grazie alla straordinaria tenuta dei nostri campioni, del mister e dell’immancabile sostegno della tifoseria.

Difficoltà societarie aggravate per le squadre isolane dagli effetti correlati al Covid-19 – costa in- dubbiamente meno una trasferta dal centro / nord Italia rispetto che dalle isole – oltremodo penaliz- zano i risultati guadagnati sul campo da gioco, e sembrano, ingiustamente, destinarci alla retroces- sione in “C”.

Dico sembrano, non solo per disperata scaramanzia, ma anche per volersi aggrappare ad una fievole speranza che il dott. Petroni – attuale patron del Trapani Calcio – fa intravedere nella compiegata sua lettera formale dell’11 agosto u.s.

Ci sarà tempo e modo per approfondire il merito di eventuali errori, al netto dell’evoluzione giudi- ziaria ultima. Oggi, e per l’immediato domani, si pone, invero, il rilancio d’orgoglio ed una sola ri- sposta alla ricorrente domanda: la gloriosa storia della Maglia Granata non merita certo di scomparire.

Così come va salvaguardato il futuro dei dipendenti e/o collaboratori della stessa Società.

Il dott. Petroni, al riguardo, sottoscrive l’impegno per il futuro nella citata compiegata lettera, al pari però, dichiara di essere aperto a qualsivoglia intesa – a maggior ragione qualora non “gradito” – ivi compreso il passo indietro o di lato…

Al riguardo, rimbalzano sulla stampa e nel vocio delle chiacchiere, al netto di possibili ipotesi im- prenditoriali da esplorarsi, valzer di disponibilità, vecchie e nuove.

Ebbene, in omaggio ai colori della maglia granata, ai suoi tifosi ed al destino di diverse famiglie di- rettamente co-interessate, le porte di Palazzo d’Alì non chiuderanno a Ferragosto e i suoi Ammini- stratori garantiscono disponibilità ad ospitare interlocutori imprenditoriali trapanesi ed, in subordine

comunque appassionati alle sorti del Trapani Calcio, e che vogliono bene a questa Città e alla sua Maglia Granata.

Rimangono pertanto attivi la posta elettronica ed i cellulari del Sindaco e Vice /Assessore allo Sport per ricevere info ma, soprattutto, proposte concrete, ovviamente scritte e sottoscritte.

L’ attimo dopo, lo stesso dott. Petroni già assicura piena disponibilità al confronto per la migliore in- tesa possibile che, si ribadisce, per questa AC – che comunque non può ne deve entrare dentro le di- namiche societarie / commerciali, etc – non potrebbe che passare, intanto dalla garanzia d’iscrizione al campionato serie “C”, con l’intento di giocarsi la partita per la “B”, oltre al soddisfacimento di eventuali creditori privilegiati e non, con debito di solvibilità.

E’ comunque tempo di fatti e non di parole. Proprio nel tempo dei sacrifici che viviamo (anche dei giocatori, del personale staff e non solo sentimentale e sportivo per i tifosi), alcuno vecchio o nuovo si può permettere di “babbiare”. Parte lesa è tutta la Città, in attesa…