Sbarcano a Trapani i migranti dell’ultima tragedia in mare salvati dalla open arms

Arriva a Trapani nelle prossime ore la nave soccorso Open Arms con il suo carico dei migranti salvati in mare al centro del mar mediterraneo, ma anche  dei morti. Sul gommone nel quale viaggiavano erano circa duecento gli occupanti; a salvarsi non ce l’hanno fatta in sei, oltre al piccolo di soli sei mesi Joseph. Open Arms, Ong spagnola, che ha da poco ripreso le operazioni di salvataggio in mare e che opera nelle zone di mare  di fronte le coste libiche, ha trasmesso le immagini del salvataggio e il dolore della madre di Joseph perché tutti sappiano  le tragedie che si consumano nel Mar Mediterraneo.  E’ stata una scelta di civiltà.

Open Arms arriva a Trapani su decisione del Ministero dell’Interno che ha assegnato Trapani come “porto di sicuro sbarco”. E’ probabile che buona parte dei migranti della nave Ong possano essere reimbarcati sulla nave “Adriatica” che da settimane si mantiene in rada al largo della costa ospitando  i migranti per il periodo di quarantena per poi  sbarcarli in porto da dove sono trasferiti o  in centri di accoglienza o, nei casi previsti,  espellerli, dal nostro Paese.