San Vito Lo Capo,  cento anni per Luciano Catalano

Il sindaco del Comune di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino, ha festeggiato oggi pomeriggio i cento anni del signor Luciano Catalano, originario di Castelluzzo e da anni residente a Trapani. “Sono lieto di vedere un mio concittadino centenario in un così buono stato di salute, sia fisica che mentale- ha detto il sindaco-. Mi ha fatto piacere conoscerla e vedere l’amore che c’è attorno a lei da parte della sua famiglia”. 

Il sindaco, per sdrammatizzare la situazione emergenziale che impone il distanziamento sociale,  ha preso l’impegno di tornare dal signor Catalano al prossimo compleanno con la speranza di riuscire finalmente ad abbracciarlo. 

Vedovo dal 2010, padre di due figlie, Virginia e Giovanna, e nonno di due nipoti, il signor Catalano è lucido e autosufficiente. Ha anche una buona memoria: si è infatti intrattenuto con il sindaco raccontando alcuni aneddoti di quando faceva il calzolaio, a Castelluzzo, e veniva soprannominato mastro Luciano.  Da giovane ha vissuto anche l’esperienza della guerra e della prigionia in Russia per cinque anni. La vita gli ha, comunque, regalato tanti bei momenti, ad iniziare dal matrimonio con l’amata moglie Maria Cipponeri, originaria di Custonaci. 

Il sindaco ha, infine, omaggiato il signor Catalano di una targa ricordo con la seguente scritta: “ Il sindaco e l’amministrazione comunale esprimono le più vive felicitazioni e gli auguri più affettuosi per il raggiungimento del traguardo del secolo di vita”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: