ERICE: L’ING. BARRACCO (5STELLE) E LA CONSIGLIERA MANNINA CONTRO LA SINDACA TOSCANO SU FUNIERICE

Il più duro è stato l’ing. Alessandro Barracco, vicepresidente del consiglio comunale ericino, al termine del suo comunicato che smentisce e “zittisce” la Sindaca Daniela Toscano invitandola a rispettare i poteri del consiglio comunale; Barracco intinge la sua penna nel curaro e scrive:”…..nel frattempo rivedo il film <Le mani sulla Città> di Francesco Rosi. Buona visione a tutti”. Una stilettata terribile per chi ha visto quel bellissimo film/denunzia. La città era Napoli, qui il chiaro riferimento e Erice e Trapani. L’argomento è sempre quello: FuniErice e connessi.

Scrive Barracco:“ la vicenda appare sempre più intricata (forse strumentalmente)” e si rifà alle dichiarazioni della Sindaca, alla sua denunzia “sul tentativo di alimentare dubbi e sospetti…….l’atto di indirizzo dei soci non è stato rispettato…….è necessario prenderne atto secondo ruoli, competenze e prerogative”. Un’affermazione che fa andare su tutte le furie Barracco che accusa la Sindaca “ di essersi arrogata diritti che NON le competono” e cita il Testo Unico degli Enti Locali, secondo l’art. 42 del testo sulle Società Partecipate (la FuniErice è una partecipata ndr) “la definizione degli indirizzi sono di ESCLUSIVA competenza del Consiglio Comunale. E invece apprendiamo che la Sindaca, motu proprio, ha bocciato – senza neanche leggere – il Piano Industriale, comprensivo del nuovo Piano dei parcheggi. E ancora, la Sindaca si arroga il diritto di chiedere al Libero Consorzio la disponibilità a vendere la propria quota del 50% al Comune di Erice. Ma in base a quale indirizzo del Consiglio Comunale?”

Se la gravità delle sue affermazioni non bastassero, l’ing. Barracco, arriva ad una conclusione sotto forma di interrogazione: Si tratta di un maldestro tentativo di rendere ATM unico gestore della mobilità integrata di Trapani ed Erice. Esiste un collegamento con il “ pressante progetto elettorale”, sotto gli occhi di tutti, di fusione o rettifica dei confini? La campagna elettorale per alcuni è già in fase avanzata”. Poi quel riferimento a Rosi. Terribile, ma forse…….

Sulla stessa falsa riga anche la consigliera comunale Simona Mannina, la prima che ha sollevato il problema, che interviene sulle dichiarazioni della Sindaca Toscano e, a corredo, invia la copia del verbale di assemblea della FuniErice: La Sindaca mente sapendo di mentire, ma fortunatamente le carte parlano. Leggendo, non credo che si ravvisi alcunchè di quello che afferma la sindaca. Il piano industriale della gestione parcheggi è valido e rispetta l’art.4 comma 2 del TUSP, piuttosto la Sindaca non aveva alcun diritto né di indirizzare la FuniErice a redigere il piano, tantomeno di bocciarlo, essendo competenza ESCLUSIVA del consiglio. Forse la sindaca, che sin dall’inizio voleva affidare il servizio ad ATM, è rimasta male che la FuniErice ha prodotto, come richiesto, il piano industriale per la gestione parcheggi? E forse il CDA e il dott. Fauci devono pagarne il prezzo

                                                                          Aldo Virzì

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: