IL BLOGGER NATALE SALVO CONFERMA IN TRIBUNALE L’ACCORDO ELETTORALE TRA TRANCHIDA E LUIGI MANUGUERRA

C’è una registrazione audio/video che “inchioderebbe” l’allora candidato Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, siamo nel 2007, alle sue responsabilità. E’ la registrazione del patto politico “scellerato” fra Giacomo Tranchida da una parte  e Luigi Manuguerra e la consorte Cettina Montalto dall’altro; un patto secondo il quale Cettina Montalto avrebbe abbandonato in corsa l’alleanza con il candidato Sindaco Ignazio Sanges e trasferito i suoi voti a Tranchida, in cambio la promessa di un assessorato.

Le voci di questo patto  girano da anni, si è scritto e detto sui giornali; erano state riprese dall’n. Nino Oddo, da sempre avversario politico di Tranchida, in un post e per questo era stato denunziato dall’attuale Sindaco di Trapani. Un processo che va a rilento; oggi una nuova puntata, ma forse quella decisiva che pesa come un macigno nei confronti di Tranchida, ristabilendo quella che Oddo ed il suo legale, l’avvocato Massimo Zaccarini, definiscono la verità documentata. Documentata da un video e da una intervista.

Sul banco dei testimoni oggi è salito Natale Salvo un noto blogger che, a modo suo, ha sempre condotto un giornalismo d’inchiesta. Fece così anche in quegli anni, quando la notizia del patto “segreto” tra Tranchida e Manuguerra cominciò a girare fra Trapani ed Erice. Le voci facevano riferimento ad un patto sancito pubblicamente davanti agli elettori della candidata Cettina Montalto, in una cena “elettorale” alla vigilia del voto. Il locale era “La vecchia America”, ristorante-pizzeria; il gestore Nino Maisano, personaggio molto noto a Trapani. Purtroppo Maisano è da tempo deceduto, il locale non esiste più. Un accordo sempre confermato da Manuguerra e sempre smentito da Tranchida, nonostante l’episodio della presenza della Montalto alla cena elettorale. La sua giustificazione: passavo per caso, un atto di cortesia. 

Natale Salvo, da buon cronista, saputa la notizia fece la cosa più intelligente : si recò da Maisano, che aveva ospitato la cena e che era presente, per una intervista video. Maisano confermò le voci sulla presenza di Tranchida a quella cena, sul brindisi alla comune vittoria dei due con deciso cenno all’accordo per un “posto in giunta” in caso di vittoria. Oggi Natale Salvo ha confermato quanto ha saputo dalla conversazione con Maisano, aggiungendo che, in effetti, dal risultato del voto elettorale è venuta una ulteriore conferma di quell’accordo per il notevole numero di voti disgiunti, cioè con indicazione Sindaco Tranchida e consigliere  Cettina Montalto. La registrazione di quella intervista a Maisano, su richiesta della difesa di Oddo, è stata acquisita agli atti e, con l’avvenuta morte di Maisano, di fatto viene equiparata ad una testimonianza fatta in tribunale.

Già in precedenza, in altra udienza, il figlio di Luigi Manuguerra, Alessandro, consigliere comunale a Erice, aveva confermato quell’accordo di Tranchida con il padre aggiungendo altri particolari di una intesa svoltasi alla sua presenza precedente alla ormai famosa cena.

La prossima udienza il primo luglio, sul banco dei testimoni l’altra protagonista di quell’accordo, Cettina Montalto, moglie del defunto Luigi Manuguerra.

                                                                          Aldo Virzì

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: