Fly Volley Marsala ingaggia la palleggiatrice Sara Gabriele

Non si ferma la campagna acquisti della Fly Volley Marsala, che assesta un’altro colpo col botto.

Originaria di Petrosino (classe 93 per 175 cm), vestirà i colori biancazzurri della compagine del Presidente Marino, la palleggiatrice Sara Gabriele. Atleta giovane ma al contempo matura, esperta della categoria, indubbiamente di classe e solida garanzia.

Ha esordito a Marsala dove dopo diverse finali regionali U16, si è laureata campionessa regionale Under18. Trasferitasi a Petralia ha disputato tre stagioni di vertice in C, per poi approdare alla serie cadetta dove è arrivata la sua consacrazione. PVT Modica dal 2015 al 2017. Holimpia Siracusa nella stagione 2017/18, poi ancora B2 con Seap Aragona (2018/19 e promozione in B1), ed Ardens Comiso nello scorso campionato, col quarto posto ed una cavalcata verso la zona playoff interrotta solo dal Covid-19.

Ritorna a Marsala per lottare ancora indossando i colori a lei più cari.

Queste le sue prime parole in biancazzurro: “Dopo 8 anni in giro per la Sicilia disputando sempre campionati  al vertice tra C e B2 ritornerò a vestire nuovamente la maglia della mia città con la consapevolezza di aver maturato un ottima esperienza in questa categoria. Nonostante le diverse richieste, ringrazio il Presidente e Mister Tomasella per la fiducia concessami e per avermi voluta fortemente. Sono molto felice ed entusiasta di iniziare e dare il mio contributo. Farò il massimo e darò il meglio di me più di sempre per disputare un campionato di altro livello. FlyGo!!!”.

Il Presidente Marino dichiara compiaciuto: “È un grande onore e piacere per noi riaccogliere Sara a Marsala. Credo che riuscirà a farà alzare notevolmente il livello qualitativo della nostra squadra con le sue indiscusse doti. Si tratta inoltre di una persona meravigliosa che va ad unirsi ad un gruppo già straordinario, oculatamente e diligentemente costruito dal nostro Tecnico e dal suo staff, tra riconferme e novità” – conclude – “Siamo lieti del roster che man mano prende forma, ed ancora abbiamo qualche altro colpo in canna”