Bonus pubblicità

Il Decreto Cura Italia ha rilanciato anche il famoso bonus pubblicità, vero e proprio intervento provvidenziale per le attività bisognose di pubblicità.
I requisiti per richiederlo non sono cambiati, ma sono invece cambiate le percentuali del bonus ed il calcolo sul totale speso. I fondi per la misura ammontano a 60 milioni.

Bonus pubblicità: aumento del reintegro

Se per il 2019 il valore della spesa pubblicitaria veniva reintegrato come credito d’imposta fino al 30%, per il 2020 questo bonus arriva fino al 50%, con la possibilità di contare non più il valore incrementale dell’investimento, ma bensì sul valore totale delle spese sostenute.
Tuttavia, è bene capire che solo alcune fonti sono riconosciute come valide per essere contate nel totale investito. Su questo, la misura non cambia i requisiti e continuano ad essere adatte per tale bonus solo gli spazi pubblicitari acquistati su giornali e siti online registrati al Tribunale come testate giornalistiche. Dal momento che i social network non ricadono sotto questa definizione, la pubblicità su questi siti non viene contata.

Chi e quando può richiedere il bonus?


I soggetti per cui il bonus è richiedibile sono imprese, attività di lavoratori autonomi ed anche enti non commerciali. Essendo credito d’imposta, questo si può riconvertire come credito per IVA, tasse, contributi oppure anche altro, a patto sia negli usi previsti per l’azienda.
Sono esclusi, ovviamente, tutti coloro la cui attività non è registrata. Tuttavia, essendo che la spesa deve riguardare il 2020, dove vi è stato un ritardo generale nelle tempistiche, c’è tempo per la prenotazione del bonus dal 1 al 30 Settembre 2020, dove bisogna presentare il piano di spesa per la pubblicità già sostenuta e quella che si vorrà sostenere. Successivamente alla prenotazione, dal 1 Gennaio al 31 dello stesso mese si dovrà presentare la domanda telematicamente calcolando le spese effettivamente contabilizzate relative alla pubblicità effettuata.

Quando e come verrà erogato il bonus

Concluso il periodo per la presentazione della domanda, il bonus pubblicità sarà disponibile da Marzo 2021, dopo la pubblicazione della lista pubblica sul sito del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sarà disponibile per ogni società il totale erogato, il quale potrà essere usato negli ambiti di cui sopra.
L’erogazione sarà da indicare in un modello F24 a partire dal 5° giorno alla data del pagamento ricevuto. Come per ogni credito, sarà da indicare nel modello Redditi dell’anno in corso, sia per il periodo di maturazione (quindi Marzo, tranne in caso di ritardi) sia per il periodo di utilizzo.

Come richiedere il bonus

Tutta la procedura è da effettuare attraverso i canali a disposizione dei commercialisti, ma è possibile informarsi direttamente attraverso il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri per compilare da sé il modulo e seguire la procedura in autonomia. Specialmente per i lavoratori autonomi, questa strada pare la più percorribile, data la semplicità del processo in sé.

Se siete interessati a fare pubblicità su TVIO non esitate a contattarci