Trapani, Non si arrende alla fine della relazione e perseguita la sua ex, in manette per stalking

Nei giorni scorsi, gli Agenti della Squadra Volante dell’U.P.G.S.P. di Trapani, hanno tratto in arresto un cittadino italiano di cinquanta anni che nel corso dell’ultimo periodo si era reso responsabile di una serie di condotte violente e vessatorie nei confronti della sua ex fidanzata e dei suoi familiari.

Dopo che la relazione sentimentale tra i due soggetti era giunta al termine, non arrendendosi alla decisione della compagna, l’uomo aveva iniziato a perseguitarla, non solo con insistenti e reiterati tentativi di contatto telefonico, ma anche seguendola. Negli ultimi tempi tuttavia si era anche reso responsabile di numerosi episodi di violenza nei confronti della sua ex fidanzata, nonché dei suoi genitori, giungendo fino al punto di aggredire fisicamente un giovane con il quale la stessa si trovava a passeggiare per le vie del centro storico.

L’epilogo della vicenda si è verificato qualche giorno addietro, allorquando, la ragazza e suo fratello sono stati seguiti ed aggrediti fisicamente dal cinquantenne all’interno di un esercizio commerciale.

L’uomo, in seguito all’ennesimo rifiuto, aggrediva fisicamente la donna e suo fratello che era intervenuto per difenderla. Non pago di ciò, si appropriava  anche di alcuni effetti personali della giovane pretendendo che lei gli restituisse tutti i regali di cui l’aveva omaggiata nel corso della loro relazione, minacciandola di morte se non l’avesse fatto.

Grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, gli operatori della Polizia di Stato intervenivano tempestivamente, traendo in arresto l’uomo ed evitando che il fatto potesse assumere conseguenze più gravi.

Per questo, ribadiamo l’invito, rivolto alle vittime di questi odiosi reati, a denunciare e chiamare senza esitazione il 112 NUE, solo così il nostro intervento potrà essere efficace.