abbruscato-890x395“Come spesso è accaduto negli ultimi anni, anche per l’imminente periodo Pasquale l’Amministrazione comunale di Trapani si troverà impreparata e non all’altezza per sfruttare il richiamo, di livello internazionale, che gira intorno alla più rappresentativa ed unica manifestazione della nostra Città”. A dichiararlo, il consigliere comunale Vincenzo Abbruscato.

“A Trapani – prosegue Abbruscato in una nota-  il periodo pasquale rimette al centro un evento sicuramente rilevante come la Processione cittadina dei Misteri e tutti gli appuntamenti che portano alla Settimana Santa. Eventi che rappresenterebbero, se ben gestiti, una innegabile attrattiva turistica, in particolare se ci fosse la capacità d’integrarli con il tessuto cittadino”.

“Ma anche quest’anno -continua il Consigliere- la Casina delle Palme sarà chiusa, il Bastione dell’impossibile… anche, il Lazzaretto forse (si aspetta da appena 8 mesi la convenzione che dovrebbe regolare l’affidamento parziale alla Lega Navale!!!). In più, ed è forse l’aspetto che meglio sottolinea l’inadeguatezza dell’azione amministrativa, l’info-point rimane chiuso nei festivi e nelle ore post meridiane, come di consueto. Sono tra quelli che pensano che le critiche, anche aspre, vanno fatte non solo per sottolineare che “se governassimo noi, faremmo così…”, ma anche per spronare l’attuale “governance” a battere un colpo, per dire se ”ci sono o ci fanno”. Quello che diciamo da anni, tanti, troppi per essere considerati una distrazione o un semplice disguido, è che la Programmazione rappresenta lo strumento fondamentale per agire in un mercato, quello del turismo, dove la concorrenza è vita e dove chi sta fermo muore”.

“Programmare/Organizzare/Aiutare a realizzare un percorso turistico che includa le nostre principali eccellenze storiche e culturali come Torre di Ligny, Lazzaretto, Villino Nasi, Bastione dell’Impossibile, Chiesa del Purgatorio, Cattedrale, e poi le Saline, il Museo Pepoli ed altro ancora. Insomma un itinerario GRANATA, possibile ed assortito, con quello che abbiamo ereditato dai nostri avi o che ci è stato regalato dalla natura, un progetto da mettere al centro dell’offerta TRAPANI, CITTA’ DEL SALE E DELLA VELA. Ma quest’opzione – conclude Abbruscato- prevede una PROGRAMMAZIONE, eppure sembra si preferisca operare sempre e comunque in termini di EMERGENZA…Ma l’emergenza, oltre ad essere sempre poco produttiva, è spesso alla base di azioni e fatti che richiamano l’interesse più della magistratura che dei turisti”.