Si reca presso gli uffici veterinari dell’ASP di Trapani e ignorando la presenza del pubblico, rivolgendosi ad alcuni dipendenti e veterinari, chiede informazioni su Enrico Rizzi, Capo della Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo. “Ditemi dove abita. Ammazzo lui e la sua famiglia” – avrebbe detto. [su_spacer]

E’ accaduto ieri mattina, attorno alle ore 09:30. Protagonista delle minacce di morte un noto pregiudicato trapanese, coinvolto nella gestione dei pitbull in città. A nulla sono valsi i suoi continui tentativi di avere notizie sul giovane rappresentante animalista. Il personale dell’ASP, infatti, non ha fornito alcuna informazione. All’episodio ha assistito un Dirigente in servizio alla Questura di Trapani. Nella tarda mattinata di ieri, Rizzi ha sentito telefonicamente il Prefetto di Trapani Leopoldo Falco, il quale lo ha rassicurato sulla massima attenzione dello Stato per tutelare la sua incolumità. [su_spacer]

Proprio qualche mese fa, Rizzi aveva subito minacce all’interno di un supermercato nella Via Marconi. Sul posto intervennero subito diverse volanti della Polizia di Stato. Gli autori delle minacce furono identificati grazie alla presenza delle telecamere.