IMG_6316Nascosti dentro una cabina Enel di pochissimi metri quadrati in disuso nella Via Rodolico (quartiere San Giuliano) tra una infinità di escrementi, mosche e zecche, senza cibo e acqua. Così li hanno rinvenuti gli agenti della Polizia Municipale di Erice, intervenuti nel pomeriggio di ieri su richiesta del Capo della Segreteria Nazionale del PAE, Enrico Rizzi. Una telefonata giunta infatti al Partito Animalista Europeo ha fatto scattare l’allarme. Rizzi si è così recato sul posto e constatata la presenza degli animali dentro la cabina Enel, ha chiesto l’intervento della Polizia Municipale. Gli agenti sono prontamente intervenuti, accertando quanto segnalato. Gli animali pertanto sono stati subito portati via e trasferiti in una località protetta.[su_spacer]
 
Il Capo della Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi, è certo che gli animali erano stati nascosti per finire nel traffico illegale dei combattimenti clandestini tra cani, fenomeno diffuso in modo particolare in città. Rizzi, che ha subito ringraziato gli agenti intervenuti per aver dimostrato una elevata sensibilità nei confronti dei due cuccioli di pitbull, ha intenzione di informare la Procura della Repubblica di Trapani, considerato che si ravvisa senza ombra di dubbio, l’ipotesi di reato punita dall’art. 727 comma 1 e 2 (Abbandono di animali e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura).