“Siamo lieti di comunicare che su sollecitazione del Responsabile Provinciale di Trapani di Scelta Civica Cittadini per l’Italia Dr. Michele Giacalone, l’on. Mariano Rabino, vice segretario nazionale del partito, è intervenuto presso il Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali al fine di ottenere una parziale rettifica del Decreto Ministeriale che fissava i criteri per l’assegnazione dei contributi destinati ai teatri di tradizione per la stagione 2015. Tale Decreto, infatti, fissava delle condizioni e dei termini stringenti e perentori relativi alla rendicontazione delle spese per l’attività svolta nel 2015, tali da poter determinare la revoca dei contributi già assegnati”. A comunicare ciò, attraverso una nota, Michele Giacalone, Responsabile Provinciale di Trapani di Scelta Civica Cittadini per l’Italia.

“Tra i soggetti che avrebbero visto revocato gran parte del contributo assegnato nel 2015 –continua Giacalone-, vi era l’Ente Luglio Musicale Trapanese che, a causa dei noti ritardi nell’approvazione del bilancio comunale, non aveva potuto rispettare il termine fissato dallo stesso Ministero (30/09/2015) per effettuare tutti i pagamenti relativi alla stagione lirica 2015. L’intervento del Sottosegretario On.Cesaro è andato a buon fine; infatti, lo scorso 2 Novembre, è stato registrato alla Corte dei Conti di Roma il Decreto Ministeriale contenente la rettifica richiesta. Tale efficace e tempestiva iniziativa politica scongiurando il paventato taglio di ben 184.000 euro sul contributo già assegnatogli, ha posto rimedio ai disagi creati, forse anche surrettiziamente, da una classe politica e burocratica che ha dimostrato non soltanto di non amare il nostro Luglio Musicale ma di non avere la benché minima sensibilità culturale, oltre a non avere a cuore gli interessi del capoluogo di provincia e dei trapanesi tutti. Questo è il modo di fare politica di Scelta Civica Cittadini per l’Italia: senza proclami, senza polemiche ma con fatti concreti”.