Musica, poesia e un appello da sottoscrivere per dire “Basta violenza sulle donne”.

“Riprendiamoci la libertà” è lo slogan con cui la Cgil terrà domani, alle 11, davanti la sede del sindacato, in via Garibaldi, un flash mob contro la violenza sulle donne.

La Cgil si mobiliterà, nella giornata di domani, con iniziative in tutte le piazze d’Italia per sensibilizzare le Istituzioni, la politica e i mezzi di informazione a un radicale cambiamento nel contrastare un fenomeno che ha assunto proporzioni drammatiche, limitando anche la libertà delle donne.

L’invito a scendere in piazza è rivolto a tutte le cittadine e i cittadini, che vestiti di rosso, diranno “no” anche alla depenalizzazione dello stalking e alla narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

Da qui l’appello della Cgil “Avete tolto senso alle parole” , per chiedere “agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell’ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell’assunzione di responsabilità di questo dramma”.

L’appello è aperto a tutti coloro che vorranno aderire, per sottoscriverlo basta recarsi sul sito www.progressi.org/avetetoltoilsensoalleparole

Per la Cgil, infatti, “il linguaggio utilizzato dai media e il giudizio su come si veste o si diverte, rappresenta l’ennesima aggressione alle donne. Così come il ricondurre questi drammi a questioni etniche, religiose, o a numeri statistici, toglie senso alla tragedia e al silenzio di chi ha subito violenza”.