Gli allevatori siciliani hanno fatto incetta di premi al “Trapani Arabian Horses Cup”, il concorso di morfologia svoltosi nel fine settimana a  San Vito Lo Capo. La fattrice color sauro con la pettorina numero 55, Pscalla, nata negli Stati Uniti e di proprietà del palermitano Enrico Piazza, si è aggiudicata il titolo di Best in Show, ossia il cavallo che ha ottenuto il punteggio più alto.

Lamedaglia d’oro del  campionato fattrici è stata vinta invece dalla numero 47, Lady Elisir, nata in Italia e proveniente dall’allevamento di Ganci (PA) di Salvatore Gallina. Il campionato puledre se l’è aggiudicato la numero 25, Joannne, nata e allevata a Roccamena (Pa) da Stanislao Calamia ; il campionato puledre di 1 anno ha visto sul podio più alto la numero 13, Giada PC, nata e cresciuta ad Enna nell’allevamento di Francesco Capizzi. Infine vincitore della categoria puledri di 2 e 3 anni è stato il cavallo n. 41, Hanaya
Karam, nato in Austria, mentre quello della categoria stalloni è stato il n. 63, Magic Aban, nato in Campania, entrambi  provenienti dall’allevamento di Giuseppe Fontanella; i campionati di queste ultime due categorie non sono stati disputati per il numero inferiore di
iscritti rispetto a quello necessario.

Ad ogni medaglia d’oro è stato offerto un premio consistente in una monta di stallone e  l’accesso gratuito al “Palermo Arabian Horses Cup 2018”. Premiati anche i futurity maschi e femmine, che hanno sfilato assieme alle madri, e la categoria yearlings ossia i puledri e le puledre di un anno di età . I risultati completi si sono visionare sul sito dell’Anica.

La manifestazione  è stata  organizzata  dall’Associazione “Gruppo Equestre Monte Erice”, presieduta da Antonio Culcasi, con il patrocinio del Comune di San Vito Lo Capo.  Allo show hanno partecipato 60 cavalli provenienti da allevamenti siciliani e del centro Italia.

La giuria internazionale era composta da Abdelaziz Hussain Almarzooqi (Emirati Arabi), Amira Safady (Paesi Bassi) e Faustino Scanzi (IT).  I Componenti della commissione disciplinare erano Walter Betti e Giuseppe Fantauzzo; ring master,  Massimo Pugliatti; speaker e segreteria, Marco Capelli e Simona Eva; veterinario, Giuseppe
Fantauzzo; fotografo ufficiale, Alessio Azzali.

“Ringrazio tutti  gli allevatori che partecipano sempre numerosi ai miei show, i giudici, tutto lo staff tecnico e l’amministrazione comunale di San Vito Lo Capo che ci ha voluti ospitare  per seconda volta”- ha dichiarato l’organizzatore Antonio Culcasi.

La competizione sportiva si è svolta al campo equestre di via Savoia, all’interno di un complesso sportivo recentemente ristrutturato ed attrezzato. “ Un appuntamento importante è stato  la  seconda edizione di questo concorso di morfologia- ha sottolineato il sindaco Matteo Rizzo- perché ci ha permesso di inaugurare questa struttura che ha tutto i requisiti per ospitare grandi manifestazioni come questa. E’ stato bello infatti sabato sera vederla illuminata e piena di spettatori. E’ un punto di partenza, speriamo di ripetere e
perfezionare sempre più questo appuntamento”.

Sabato sera sono stati realizzati una performance in cornice araba dall’Associazione  “Arabian’s Ranch Valle del Belice di Giuseppe Ragolia e  un cooking show con la preparazione del cous cous a cura dello chef Vito Miceli. La serata è stata animata dal cabarettista Bartolo Sieli. Sabato e domenica erano presenti nell’area adiacente il
campo stand per la degustazione di prodotti tipici locali e dell’artigianato.

La manifestazione è stata trasmessa in diretta streaming sul sito
ufficiale www.trapaniarabianhorsescup.altervista.org e  su www.tvio.it
registrando circa 7000 contatti.