Aquarius Nuoto, del doman non v’è certezza


Ancora tutto bloccato, si aspetta impazienti il lascia passare dell’amministrazione.              «L’ASD Aquarius comunica la prossima, si spera imminente apertura dell’impianto 
Tutto dipenderà da quanta volontà avrà l’amministrazione comunale a farlo in breve tempo. L’impianto è perfetto, funzionale e rinnovato da parte della società gestore. Attendiamo notizie da parte del Comune di Trapani dopo l’incontro con il Commissario dott. Messineo che ha ribadito la volontà di riaprire velocemente l’impianto e dato mandato all’Aquarius della gestione». Queste le parole che aprono un comunicato pubblicato pochi minuti fa, in cui si scorgono evidenti segni di insofferenza misti ad una snervante attesa per la riapertura della struttura in perfette condizioni, come documentato dalle immagini: «Stamattina ultime certificazioni per l’agibilità poste all’attenzione della dott.ssa Canale che dovrà garantirla al settore sport per la firma del contratto. Certificazioni che, ribadiamo, l’ASD Aquarius ha istruito esclusivamente per accelerare l’iter di apertura e restituire alla cittadinanza il magnifico impianto natatorio».

La piscina comunale, in via Tenente Alberti, è stata affidata in maniera esclusiva all’Asd Aquarius lo scorso Luglio per sei anni. La stessa società, il cui presidente è Sergio Di Bartolo, dovrà pagare annualmente al Comune una retta equivalente a 18.375 euro (oltre alle manutenzioni dell’immobile) senza ricevere alcun compenso da parte dell’Ente.

«I numerosi collaboratori, – si legge in conclusione – oltre 30, lamentano la notevole sofferenza economica dovuta a questo prolungato periodo di chiusura così come il disagio dei 200 Atleti agonisti alcuni fermi con gli allenamenti da tre settimane ed altri costretti a spostamenti su altri impianti anche fuori territorio o dei tantissimi cittadini appassionati di questo meraviglioso sport».

Che la prossima settimana sia la volta buona per la ripresa delle attività?
Lo scopriremo solo vivendo