Sfida d’alta classifica quella in programma domani al Provinciale di Erice; i granata ospitano la Virtus Francavilla di mister D’Agostino che finora ha stupito un po’ tutti. Il Trapani è reduce da una settimana complicata, dopo il pareggio-beffa maturato in quel di Matera, infatti, la Curva Nord si è sciolta con un comunicato ufficiale di mercoledì scorso dopo i fatti già noti dei vessilli sottratti dagli ultras del Lecce. La formazione pugliese vive un momento ben più positivo dopo l’ottimo successo contro l’Akragas che ha permesso ai bianco-azzurri di proiettarsi in sesta posizione dietro le “big” del girone ed a pari punti con il Monopoli.

I granata ritroveranno a pieno regime il regista Taugourdeau, che però, salvo sorprese, dovrebbe accomodarsi in panchina con Palumbo ancora nel ruolo di play basso supportato da Bastoni e uno tra Steffè e Girasole. Tra gli assenti, oltre Aloi, Ferretti e Maracchi, va inserito anche Legittimo che durante un allenamento in settimana ha riportato un’infrazione ossea a carico dell’epifisi prossimale del perone della gamba sinistra. Mister Calori nel dopopartita di Matera ha espresso tutto il suo disappunto per una gara che il Trapani non è riuscito a portare a casa nonostante il vantaggio di tre reti, ha sottoposto i suoi a duri allenamenti durante la settimana ed ha parlato così alla vigilia del match: “Dobbiamo avere uno spirito forte e battagliero perché domani ci aspetta una squadra con molto entusiasmo che sta facendo benissimo in campionato e non si trova in quella posizione di classifica per caso. A Matera abbiamo sbagliato troppo, dovevamo chiuderla prima e abbiamo commesso degli errori decisivi ai fini del risultato; anche loro hanno cambiato modulo e come noi utilizzano un 3-5-2 molto elastico, potrebbe essere una partita giocata a specchio con molti uno contro uno. Chiunque prenderà il posto di Maracchi sono convinto che farà una grande prestazione; loro hanno giocatori molto forti fisicamente e 2 punte molto brave come Saraniti e Madonia che conoscete tutti. Sono sicuro che ce la giocheremo fino alla fine con Lecce e Catania per la promozione, dobbiamo provarci a tuti i costi.”

La Virtus Francavilla dopo il netto successo contro la formazione agrigentina firmato Saraniti e Madonia (grande ex dell’incontro), si appresenta ad un’ennesima prova del nove in un campo tra i più difficili della categoria. Lo sa bene mister D’Agostino che vanta una grande esperienza come calciatore avendo vestito le maglie di Udinese, Fiorentina e anche della Nazionale; proprio per tale motivo si aspetta dai suoi una grande prestazione come sottolinea lui stesso in conferenza: “Sfideremo una squadra importantissima, che solo un anno e mezzo fa stava per andare in A e che sicuramente è una delle squadre più forti del campionato. Dobbiamo giocare senza paura per metterli in difficoltà per continuare questa striscia positiva; non mi importano i complimenti, dobbiamo pensare di settimana in settimana perché siamo una squadra completamente nuova e alcune volte è normale soffrire come è accaduto anche contro l’Akragas. Sono sicuro che chiunque scenderà in campo darà il massimo per portare a casa il risultato; in attacco ho l’imbarazzo della scelta e dovrò ancora decidere anche se Saraniti dovrebbe giocare titolare.”

Domani sapremo se Calori avrà usato le parole giuste per spronare i suoi dopo l’incubo di Matera e se i granata sapranno ritrovare la via del successo per inseguire il Catania e soprattutto quel Lecce che adesso sembra davvero poter scappare via.

*foto di proprietà del Trapani Calcio