Pipitone: “Non vendere un tuo diritto, votare con libertà è la cosa giusta!”

Non vendere un tuo diritto, votare con libertà è la cosa giusta!”. Così Ninni Pipitone, candidato al Consiglio comunale di Trapani, ieri sera ha lanciato lacampagna contro il voto di scambio promossa dai 24 giovani componenti della lista “Tranchida il sindaco per Trapani“.

I candidati, insieme a Giacomo Tranchida, in corsa per la poltrona di sindaco alle amministrative del 10 giugno, si sono dati appuntamento nella piazza dell’ex Mercato del Pesce per presentare la propria lista e diffondere lo slogan dell’iniziativa tesa a scardinare il fenomeno illecito della compravendita dei voti. “Dobbiamo affrancarci – ha proseguito Pipitone – da certe pratiche distorte e malate che finora hanno solo prodotto danni alla città e limitato la libertà di espressione dell’elettore.

Noi della lista ‘Tranchida il sindaco per Trapani’ abbiamo ingaggiato una difficile battaglia tesa ad attuare una rigenerazione dentro il palazzo della città, ostaggio di vecchie e stantie logiche di potere”. “C’è un detto tutto siciliano – ha infine concluso il candidato –  che ci ripetono spesso i nostri genitori e che recita ‘munnu ha statu e munnu è’: vorrei che a ribaltarlo fosse la cittadinanza rispondendo con un voto che sia davvero libero e consapevole”.