EGO International, voucher MISE e internazionalizzazione

Anche in Sicilia, la crisi e la congiuntura economica costringono sempre più imprenditori a cercare modelli di sviluppo alternativi per crescere. Le aziende del trapanese guardano con favore alla vendita di prodotti locali all’estero, una strategia di successo che coinvolge sempre più PMI isolane. I mercati stranieri sono infatti ormai visti come un canale di vendita estremamente redditizio per permettere alle attività locali di aumentare i guadagni proponendo l’ottima qualità delle merci e dei prodotti siciliani ai consumatori di tutto il mondo.

Il trend positivo è evidente anche se si guarda alle buone performance dell’economia nazionale per quanto riguarda l’esportazione, un contesto in cui la Sicilia spicca tra le regioni più vivaci. Tra le diverse compagnie del settore che evidenziano questa importante tendenza economica spicca EGO International, da tempo attiva nel mondo dell’export e della consulenza aziendale.

Stando alle opinioni degli esperti, una politica commerciale di questo tipo potrebbe avere ottime ripercussioni su tutto il tessuto sociale ed economico del territorio. Anche per questo motivo le istituzioni pubbliche hanno deciso di incentivare la vendita all’estero di prodotti siciliani, con un programma di voucher per l’internazionalizzazione rivolti proprio al mondo delle PMI. EGOInternational (sito web visualizzabile qui) sottolinea che il potenziale di queste aziende è molto interessante, specialmente per quanto riguarda i mercati esteri orientali, ma non solo. I piccoli imprenditori più intraprendenti possono infatti sfruttare l’iniziativa dei voucher proposta dal Ministero dello Sviluppo Economico per ottenere tutti gli strumenti per competere nei mercati globali più diversi.

Il programma dei voucher MISE permette infatti di ottenere una serie di consulenze da parte di un esperto del settore capace di guidare l’impresa verso un approccio corretto alla vendita all’estero. L’iniziativa prevede una collaborazione della durata tra i 6 e i 12 mesi, durante la quale l’imprenditore può definire con il ‘Temporary Export Manager’ gli obiettivi e le strategie più adatte per affrontare al meglio tutte le sfide del percorso di internazionalizzazione.

EGO International indica, tra le fasi più importanti, analisi di mercato, marketing e ricerca di buyer interessati alle merci siciliane. Questi i primi passi da considerare e da studiare con la consulenza di un esperto del settore, che può indicare alle PMI interessate dell’Isola come procedere in maniera sicura e proficua. Una serie di ostacoli che comunque non scoraggiano le aziende siciliane, ben conscie di avere le carte in regola per farsi largo nei mercati più promettenti.

Il programma di voucher MISE coinvolgerà PMI di ogni tipo per permettere alle imprese siciliane vogliose di giocare la carta dell’internazionalizzazione di iniziare questo percorso con il piede giusto. Secondo EGOInternational i risultati all’orizzonte sono comunque già incoraggianti. I settori che possono sfruttare le grandi possibilità di guadagno dei mercati globali sono i più diversi. Molto, naturalmente, dipende dalla capacità del singolo imprenditore di proporre merci e prodotti di qualità, e di riuscire a diversificare l’offerta per venire incontro ai desideri dei consumatori di Paesi differenti.

Anche per questo motivo l’iniziativa dei voucher MISE pone l’accento sulla personalizzazione della consulenza, con un’offerta ad hoc pensata per venire incontro alle diverse necessità e ambizioni delle singole PMI. Un approccio che gli esperti delle compagnie specializzate e di EGO International indicano come estremamente importante in modo da preparare al meglio ogni azienda al processo di internazionalizzazione.

Il programma del Ministero dello Sviluppo Economico è insomma l’incentivo giusto per spingere sempre più imprese a proporre sui mercati globali le eccellenze della produzione regionale. Una via che rappresenta un’ancora di salvezza per molti imprenditori locali, e non solo. Anche l’intera società siciliana potrebbe guadagnare dall’internazionalizzazione delle sue PMI, e voltare le spalle agli anni della crisi aumentando produttività, crescita e occupazione del territorio. Un’opportunità da non perdere per un’Isola dalle grandi potenzialità.