Pallacanestro Trapani, Daniele Parente head coach della stagione 2018/19

La Lighthouse Trapani comunica che, nella prossima stagione sportiva, Daniele Parente sarà il capo allenatore. La conferma di coach Parente è motivo di grande soddisfazione e consentirà alla Pallacanestro Trapani di avvalersi della collaborazione di un grande professionista che in granata ha iniziato la sua carriera da allenatore, prima del settore giovanile e poi della prima squadra.

Nicolò Basciano, general manager Lighthouse Trapani: «Sono davvero molto contento ed orgoglioso che Daniele possa essere il nostro capo allenatore nella prossima stagione poiché abbiamo iniziato un percorso che stiamo portando avanti con grande entusiasmo. Gli abbiamo dato fiducia nel 2014 quando lo abbiamo fortemente voluto a Trapani per allenare le giovanili e la nostra stima non è mutata. Lo scorso anno ha dimostrato di poter sostenere il peso di una panchina di Serie A2 e sono sicuro che continuerà a lavorare in maniera proficua anche in futuro. Mi auguro che, insieme, potremo toglierci tante soddisfazioni e raggiungere grandi traguardi».

Daniele Parente, coach Pallacanestro Trapani: «Sono molto contento e, allo stesso tempo, carico e motivato per questa nuova stagione. Ringrazio il presidente Pietro Basciano ed il g.m. Nicolò Basciano per la fiducia accordatami e per questa opportunità. L’obiettivo sarà quello di riuscire a costruire insieme qualcosa di importante per Trapani. Siamo già a lavoro per costruire la squadra futura».

Carriera

Ha iniziato la carriera cestistica nelle giovanili della PGS Vasto. Successivamente è stato ceduto al Don Bosco Livorno (società denominata “Basket Livorno” deal 1999) dove, dopo le giovanili, ha disputato 8 campionati tra Serie A e Serie A2 partecipando a tutte le squadre Nazionali giovanili.

Dopo le stagioni a Livorno, nel 2004-2005 passa alla Virtus Bologna in Legadue dove ha conquistato la promozione in Serie A dopo i play off. L’anno successivo è ancora a Bologna, ma subisce un grave infortunio al tendine d’achille che lo tiene lontano dai campi da gioco per oltre un anno. Rientra nel marzo 2006 nella Scavolini Pesaro che vince il campionato di serie B conquistando la promozione in Legadue.

In seguito gioca a Brindisi e Pavia. Nella stagione 2010-2011 è alla PMS Torino dove conquista un’altra promozione. Nel 2013, invece, viene ufficializzato il suo passaggio a Treviso Basket in Divisione Nazionale B.

Si tratterà del suo ultimo anno da giocatore poiché, nell’estate del 2014, arriva la chiamata della Pallacanestro trapani del presidente Basciano che gli offre la possibilità di allenare alcune squadre del settore giovanile granata.

Nella scorsa stagione coach Ducarello lo vuole al suo fianco come primo assistente ma, nel mese di marzo, dopo l’esonero dello stesso coach Ducarello, la società decide di affidargli il ruolo di capo allenatore fino al termine della stagione sportiva, conclusasi con la conquista del sesto posto in regular season e dei playoff (sconfitta 3-1 nella serie contro Treviso).