APPELLO DI BOLOGNA: “UN VOTO CHE PROFUMA DI LIBERTA’”

Il candidato sindaco di Trapani, Peppe Bologna, concluderà le ultime ore della campagna elettorale, prima, con una passeggiata pomeridiana per le vie della città, assieme ai candidati della lista “Scirocco per Trapani”, e dopo, dalle ore 21 nel comitato di corso Piersanti Mattarella n.128.

Intanto, prima del silenzio elettorale, Bologna ha voluto cogliere l’occasione per sintetizzare alcuni  dei punti più salienti, che chiama pilastri, del progetto elettorale “Nuova Città” , costruito nell’arco di sei mesi grazie alla collaborazione, al supporto e alla sinergia di cittadini, sindacati, associazioni di categoria, associazioni ambientaliste e animaliste e  professionisti.

Questa la sintesi dei pilastri e dei temi affrontati.

Acqua: utilizzare immediatamente un finanziamento che giace nelle casse comunali per il rifacimento di parte della rete idrica

Aeroporto: considerato elemento essenziale per l’economia del territorio, occorre mettere a sistema gli scali di Trapani e di Palermo.

Eventi sportivi: contatti del candidato sindaco con gli organizzatori dell’America’s Cup, lo portano ad essere ottimista circa il possibile ritorno della competizione velica internazionale a Trapani.

Misteri: devono diventare  momento essenziale dell’attrazione turistica nel territorio.  L’obiettivo è quello di dare maggior prestigio lanciando  l’evento a livello mondiale.

Università: trasferire la sede in centro storico per rendere la città più dinamica e  potenziare l’economia.

Teatro e cultura: pensare, nell’immediato, alla realizzazione di un piccolo teatro di 350/400 posti. Proseguire l’attività di rilancio e proiezione internazionale svolta dall’Ente Luglio Musicale Trapanese.

Pronto Soccorso: soluzione alternativa all’ospedale con una grande struttura, ubicata dalle parti di via Ammiraglio Staiti, per dare assistenza e ricovero alla popolazione senza bisogno di dover raggiungere il Sant’Antonio Abate.

Cimitero: ridurre  il periodo di tempo per le estumulazioni, da 50 a 20/25 anni, per recuperare posti per i nostri defunti; allargare il campo santo sul lato destro, dando le spalle al mare, e utilizzare parte del posteggio per realizzare un forno crematorio.

PRG: creare sinergia tra Comune di Trapani e con le amministrazioni e i consulenti dei Comuni di Erice, Paceco e Valderice per iniziare a pensare ad una omogeneità di sviluppo dell’intero territorio della Grande Città.

Randagismo: sterilizzazione,  avvio di un’ attività di  informazione e sensibilizzazione finalizzata ad una corretta detenzione degli animali padronali e  sviluppo di una collaborazione tra Comune, Asp ed associazioni animaliste.

Burocrazia: aprire delegazioni municipali in vari punti del territorio per rendere più semplice l’ottenimento di certificati e disbrigo di varie pratiche per chi non abita in città.

Città dei Bambini: realizzare alla Villa Margherita una scuola dell’infanzia, riqualificare il verde con un parco giochi attrezzato, segnaletica e misura di bambino, servizi e punti di ristoro.

Riguardo alla vicenda Trapani Calcio, il candidato sindaco Peppe Bologna dichiara: “la trattativa non è una boutade elettorale ma un fatto concreto che rientra nella diversificazione delle mie attività imprenditoriali e penso che, nelle prossime ore, potremo avere ulteriore chiarezza e sapere se l’operazione di rilevare il Trapani Calcio si possa fare o meno”.

Infine l’appello al voto: “Per vincere non basta dire che è un bel progetto. Per vincere dobbiamo far seguire a delle belle parole il nostro/vostro voto perché…profuma di libertà!”.