Trapani, in un mare di m…. Ennesimo sversamento di liquami

Ieri pomeriggio intorno alle 19.45 a Trapani si è verificato un ennesimo sversamento di liquami sul litorale nord, nei pressi del Cavallino Bianco.

Lo scorso 17 giugno era accaduto un analogo sversamento , ed allora è stato necessario transennare la zona e apporre un cartello con su scritto  “Attenzione! Divieto di balneazione per sicurezza igiene pubblica.

Altro sversamento si era verificato il  24 febbraio 2017, ne raccontò i fatti Maurizio Santangelo (m5S) che  chiamò personalmente le autorità competenti e successivamente dichiò:  “Qualsiasi motivazione potrà avanzare l’Amministrazione sull’accaduto, non potrà giustificare in alcun modo la mancanza di risoluzione di un problema denunciato da anni, anche dai Cittadini. Auspichiamo un cambiamento in cui tutti i cittadini dovranno essere le prime sentinelle sul territorio,  mantenendo accesi i riflettori sul problema. Il Movimento, lungi dal penalizzare il territorio, intende puntare il dito contro le ormai evidenti e reiterate mancanze dell’Amministrazione. Il nostro intento è quello di proporre delle soluzioni che salvaguardino rapidamente ed in maniera duratura la qualità e la salubrità delle acque, rispettando, con interventi mirati, gli obblighi imposti dalla legge”

Ancora ad oggi, a distanza di oltre un anno il problema non è stato risolto.

Non possono che lamentarsi gli abitanti di quella zona, i quali chiedono semplicemente di poter fare un bagno tranquillo nel loro mare, sotto casa, ma questo, per loro, ancora una volta non è possibile.

Speriamo che l’amministrazione possa intervenire celermente, per permettere agli abitanti della zona e ai tanti che ormai frequentano quel tratto di mare un estate serena, senza problemi.