Piccoli bielorussi in visita al Comune di Marsala. Venerdì 6 luglio il Little Show per il progetto “Accoglienza post Chernobyl”

E’ ricca di idee ed entusiasmo la squadra marsalese della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, che già da due anni e mezzo porta avanti con successo il “Progetto accoglienza post Chernobyl”, un progetto dedicato ai piccoli orfani bielorussi che, in occasione delle vacanze estive e di quelle natalizie- ospiti di alcune generose famiglie marsalesi- hanno l’opportunità di trascorrere qualche mese di serenità lontano dai luoghi (e dagli effetti delle radiazioni ancora oggi reali) del disastro di Chernobyl.

“Quando intraprendemmo questo progetto- racconta Loredana Pace, Presidente del Comitato marsalese della Fondazione- i bambini in accoglienza nella nostra città erano solo tre. Ad oggi ne stiamo ospitando tredici e, grazie al supporto di nuove famiglie accoglienti, in occasione delle prossime vacanze natalizie, saremo in grado di accoglierne almeno venti. Questo è per noi un grande successo: riuscire a dare una mano anche solo ad un bambino in più non può che esserlo”.

Il Comitato marsalese della Fondazione ha infatti, in questi anni, fatto anche un lavoro di sensibilizzazione al tema organizzando convegni e spettacoli per raccogliere fondi a supporto del progetto. L’ultimo, in particolare, il concorso canoro “Una voce per Chernobyl”, tenutosi a marzo scorso, ha avuto un tale successo da permettere il sostegno delle spese per l’accoglienza di circa quattro bambini per questa estate. “Probabilmente sono i bambini a darci la spinta giusta per pensare in grande e riuscire a fare cose che ci sembravano impensabili- racconta Antonio Riti, altro referente della Fondazione Aiutiamoli a Vivere- Comitato di Marsala-. Fatto sta che la voglia di fare meglio e ancora, per loro, non ci manca affatto”. E infatti è già in programma per il prossimo venerdì 6 luglio il Little Show, un evento che vedrà l’esibizione di piccoli bambini “prodigio”- così come sono stati definiti dallo stesso direttore artistico Gino De Vita- , musicisti e ballerini, della provincia di Trapani, a sostegno del progetto di beneficenza.

“Sarà una serata sorprendente, la bravura di questi bambini lascia davvero a bocca aperta”. Lo spettacolo, ideato da Antonio Riti e da Filippo Peralta, Presidente dell’associazione culturale Ciuri, prevede anche un momento degustazione, del “cous cous dell’accoglienza” e dei vini di alcune aziende marsalesi. Ospiti speciali della serata- che verrà presentata da Ninny Bornice- sono i giovani cantanti Toty Lo Faso, vincitore di “Una voce per Chernobyl”, Giuseppe Colla e Giada Riti.

Intanto, questa mattina, un gruppo di piccoli bielorussi che sta trascorrendo le vacanze estive a Marsala, ha fatto visita al Comune di Marsala. Insieme ai rappresentanti della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, ad una famiglia marsalese “ospitante”, e al loro accompagnatore ufficiale del governo bielorusso, Andrei Izafatau, i bambini hanno incontrato il Sindaco Alberto Di Girolamo e l’Assessore alle Politiche Sociali Clara Ruggieri. “Siamo molto contenti di accogliere nella nostra città questi bambini- ha commentato il Sindaco- e, come Amministrazione, faremo del nostro meglio per continuare a fornire supporto al Comitato marsalese della Fondazione, al fine di realizzare questo nobile progetto di beneficenza anche nella nostra città”. E sulla possibilità che il convegno annuale nazionale della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, quest’anno a dicembre prossimo, venga organizzato a Marsala: “Saremmo onorati- ha dichiarato il Sindaco- di ospitare a Marsala una delegazione così ampia, di circa quattrocento persone, della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, sia per l’alto valore che ha chi si spende per il bene del prossimo, sia per l’opportunità di presentare la nostra città a chi non ha ancora avuto il piacere di visitarla”.