CONTESTATO IN CONSIGLIO IL BANDO PER GLI AUSILIARI DEL TRAFFICO

Si incontreranno già oggi il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida e l’amministratore unico dell’ATM ing. Massimo La Rocca. Al centro del loro colloquio il bando di selezione pubblica per la formazione di una graduatoria per l’assunzione di ausiliari del traffico.

Una riunione che si è resa necessaria dopo le contestazioni che su questo bando sono esplose ieri in consiglio comunale. Una miccia che è stata accesa da Natale Salvo, noto blogger trapanese, nonché referente del Partito Umanista Trapanese. In tale veste Salvo, con un comunicato, ha sollevato non pochi dubbi, più politici che tecnici, su quel bando che, a suo avviso, finirebbe per escludere buona parte dei giovani dalla partecipazione.

La prima osservazione di Natale Salvo è sulla tempistica: il bando reca la data del 16 luglio, la scadenza fissata per il 27 luglio, cioè un tempo estremamente breve per essere conosciuto e permettere la partecipazione dei tanti disoccupati. Osserva ancora Natale Salvo che una graduatoria c’è già, anche se scaduta. A suo avviso si tratterebbe di aggiornarla secondo gli stessi criteri di quella scaduta. Ed invece sono stati previsti nuovi criteri che tengono conto nel punteggio, per esempio, della laurea, sia magistrale che triennale, della conoscenza di una lingua straniera.

A suo avviso una selezione a monte. E ancora, altro punto critico, il limite di età. Questi i punti principali sollevati dal blogger che hanno un valore politico più che giuridico e che, nelle intenzioni di Natale Salvo, vogliono correggere quel bando e permettere ai giovani, soprattutto ai giovani trapanesi (e sottolinea la “trapanesità”) di poter partecipare ed avere la speranza di un lavoro sia pure a tempo determinato.

Le sue motivazioni hanno trovato il riscontro di ben sei consiglieri comunali che ieri, in pieno consiglio, hanno posto il problema. Lo hanno posto soprattutto i grillini, con la consigliera Trapani. Ma anche esponenti della stessa maggioranza. Anche l’avv. Dario Safina, profondo conoscitore per mestiere della materia amministrativa, ha posto una serie di problemi sulla fattibilità del bando.

Natale Salvo nel suo comunicato ha chiamato in causa il vicesindaco Abbruscato a proposito della problematica delle partecipate sulle quali in modo polemico si è speso moltissimo nell’altra legislatura che, però, lo vedeva all’opposizione. Ma l’attenzione di tutti era sulla risposta del Sindaco che è stata, a detta di alcuni osservatori presenti, molto pilatesca, come se sconoscesse completamente il problema. Oggi si vedranno Tranchida e La Rocca, ma fra tre giorni c’è il “traguardo” della scadenza per la partecipazione a questo bando. O si annulla subito, se le osservazioni hanno un senso, oppure si va avanti e ciascuno si assume le sue responsabilità. Più politiche che giuridiche…….forse.

Aldo Virzì