L’ATM RISPONDE AL SINDACATO SULL’AFFIDABILITA’ DEGLI SCUOLABUS

Come era facile attendersi la Direzione dell’ATM risponde al sindacato “soggetto giuridico” che aveva messo in dubbio l’affidabilità dei mezzi adibiti al trasporto degli studenti.

“I servizi sono regolari e conseguentemente nessuna responsabilità è in capo all’operatore se non per fatti riconducibili alle sue  (eventuali ndr) negligenze”; è questo il passo centrale del comunicato stampa di risposta al sindacato.

Ma nella nota a firma sia del direttore che dell’Amministratore unico, l’ATM fa una serie di precisazioni: intanto che “tali servizi rientrano nell’ambito della mobilità urbana e che sono identificabili come servizio di linea”. Non a caso nel comunicato non si parla di scuolabus ma di “servizi di intensificazione scolastica su un territorio periferico i cui utenti altrimenti avrebbero difficoltà a raggiungere le sedi scolastiche”.

E alla fine del comunicato nel ribadire che non siamo davanti ad alcuna “inadempienza contrattuale, ribadendo la regolarità del servizio”, l’ATM così conclude” la normativa attuale prevede che l’utenza scolastica può essere trasportata anche da autobus, a maggior ragione se in servizio di intensificazione di linea, dotati da accompagnatori per garantire la giusta sicurezza dei bambini”.

Fin qui il comunicato di risposta dell’ATM. E’ da attendersi una replica del “soggetto giuridico”e non è escluso che dovranno essere i magistrati a dare il responso definitivo.

A.V.