Serie D, pari del Marsala contro la Cittanovese

E’ sempre la stessa, antica storia del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto: il Marsala strappa un importante punticino al “Morreale – Proto” di Cittanova (RC) in casa della Cittanovese, a margine di uno 0-0 che sta molto stretto ai padroni di casa; bravi gli uomini di mister Ignazio Chianetta a non subire gol per la seconda volta in gare ufficiali quest’anno, e bravi soprattutto a tornare in Sicilia con un risultato utile dopo una giornata da tregenda (pioggia fitta e battente per tutta la durata dell’incontro), con la gara che si è svolta e conclusa soltanto grazie alla natura sintetica del tappeto di gioco reggino.

Fatti i dovuti complimenti alla Cittanovese, squadra contro la quale al “Morreale – Proto” lasceranno punti tutti o quasi, capitan Nagib Sekkoum e compagni possono pensare alla settimana più sentita della stagione: al “Nino Lombardo Angotta” domenica 21 ottobre 2018 alle 14:30 arriverà il Bari, sperando che gli azzurri possano recuperare i cinque infortunati, o buona parte di loro.

Mister Domenico Zito disegna un 3-4-3 per i giallorossi, con Abayan punta centrale; mister Ignazio Chianetta invece modula il solito 4-3-3 con un solo cambio rispetto alla roboante vittoria interna della settimana precedente contro la Sancataldese: Giannusa sostituisce l’infortunato Barraco.
Al 9′ primo pericolo per Giappone: Paviglianiti crossa teso, il pallone attraversa tutta l’area piccola sfilando davanti a Giappone e ben due attaccanti locali non arrivano per poco all’appuntamento con la deviazione vincente. Al 25′ è il Marsala a produrre la prima delle due grosse palle gol della sua partita: Prezzabile spara dai 20 metri, il pallone passa a pochi centimetri dal palo.

Al 35′ è ancora Cittanovese: Abayian colpisce da due passi a botta sicura, ma l’urlo del gol gli viene strozzato in gol dal grande salvataggio di Giappone. Subito dopo, al 36′, viene avanti il Marsala: Prezzabile serve Giannusa che calcia di prima intenzione, con Cassalia che si rifugia goffamente in angolo. Al 44′ ancora grossa occasione giallorossa: Giappone sbuccia un pallone in uscita, tocca a Giardina rimediare miracolosamente sulla linea di porta e a mandare le squadre negli spogliatoi sullo 0-0.
Inizia la seconda frazione, e la Cittanovese preme: sono due le punizioni pericolose sprecate da capitan Antonio Crucitti e compagni.

Al 70′ gli azzurri maturano la miglior occasione della gara: Candiano lascia rimbalzare una palla e poi spara in porta dai 20 metri, fallendo il bersaglio grosso di pochissimo. La partita degli ospiti, praticamente finisce qui, e la Cittanovese preme ancora: al 71′ Barillaro crossa al centro, Napolitano sul secondo palo a un metro dalla linea di porta fallisce incredibilmente. In piena recupero, al 93′, il fortino azzurro sembra issare la bandiera bianca con i reggini giallorossi che si divorano ancora una volta un’occasione più difficile da sbagliare che da imbucare in rete. Il triplice fischio arriva poi provvidenziale: la sorte restituisce agli azzurri il punto (almeno uno) ampiamente meritato nella trasferta contro l’ACR Messina.

Cittanovese – Marsala 0-0

Cittanovese: Cassalia (’00), Barillaro, Paviglianiti, Cucinotti, Scoppetta (77′ Sapone), Genovesi (’99), Fioretti (54′ Ficara), Mansueto (’99) (71′ Cataldi (’98) ), Abayian, Crucitti (K), Napolitano (’99). A disposizione: Foti (’00), Ansalone, Alfano (’99), Tomas, Gioia, Labate (’99).
Allenatore: Domenico Zito.

Marsala: Giappone. Benivegna (’00), Galfano (’99), Sekkoum (K), Maraucci, Giardina, Tripoli, Candiano, Balistreri (72′ Manfrè), Prezzabile (’98), C. Giannusa (75′ Parisi). A disposizione: Jaber Keba, Giuffrida (’99), Fragapane, Lo Nigro, Ciancimino (’99), Velardi (’00), Di Girolamo (’00).
Allenatore: Ignazio Chianetta.

Arbitro ed Assistenti: Sig. Cristian Robilotta della Sez. A.I.A di Sala Consilina (SA); Sigg. Roberto Alabiso della Sez. A.I.A. di Genova e Rocco Iacovino della Sez. A.I.A di Matera.

Ammonizioni: Fioretti (C), Cucinotta (C), Crucitti (C); Benivegna (M), Prezzabile (M).
Corner: 3 a 3.
Recuperi: 1′ p.t. e 4′ s.t.
Spettatori: 300 circa