Cambia_Menti per Erice che Vogliamo: approvate due mozioni dal Consiglio Comunale nella seduta consiliare del 12 Ottobre 2018

Approvate due mozioni dal Consiglio Comunale nella seduta consiliare del 12 Ottobre 2018
La prima, che vede come prima firmataria la consigliera Rossella Cosentino ma nata dalla collaborazione dei componenti del gruppo consiliare Vincenzo Giuseppe Di Marco, Mariapia Angileri, Luigi De Vincenzi e del Presidente del consiglio Paolo Genco, ha per oggetto l’adozione di Carrozzine Off Road per i disabili nel centro storico di Erice e con grande plauso è stata approvata all’unanimità dei presenti.
La seconda, che vede come primo firmatario il consigliere Vincenzo Giuseppe Di Marco Capo gruppo di Cambia – Menti per Erice che Vogliamo – e a seguire tutti gli altri componenti è relativa all’attivazione di una convenzione a prezzo concordato e calmierato per il servizio di autospurgo per le frazioni o località non fornite di pubblica fognatura ed è stata approvata a maggioranza.
Nello specifico la prima mozione mira a sensibilizzare l’amministrazione all’adozione di carrozzine elettriche Off Road per i disabili nel centro storico di Erice visto che la maggior parte delle sue strade è caratterizzato da basolato e da pendenze e salite che rendono difficoltoso se non impossibile il transito ai visitatori con difficoltà motorie dotati di carrozzine tradizionali – sviluppando così alcuni punti programmatici dell’amministrazione Toscano incentrati sull’ Inclusione Sociale, l’Integrazione e il Turismo Accessibile e con l’obiettivo di rendere Erice una città al passo con i tempi e dal carattere sempre inclusivo e dando l’opportunità a chi è meno fortunato di integrarsi e di vivere il territorio in modo più sicuro e autonomo.
La seconda trae origine dall’esigenza di tutelare i cittadini che vivono nelle frazioni e nelle aree del territorio ericino non servite dal sistema fognario, quali Pizzolungo Piana di Anchise, Napola, Ballata, i quali sono costretti a scaricare i reflui delle proprie unità abitative in fosse settiche del tipo Imhoff che periodicamente vanno svuotate, con un aggravio di costi oggi insostenibili in seno alle famiglie.
Pertanto la mozione mira ad impegnare l’amministrazione ad attivare tutte le procedure necessarie per intervenire sulla problematica relativa al completamento della rete fognaria, mediante un’attività di valutazione e programmazione al fine di portare avanti una corretta attività di ricerca di fondi comunitari per un successivo e tempestivo intervento e di adottare nel frattempo provvedimenti a tutela degli aspetti economici che gravano sulle famiglie mediante l’attivazione di un avviso pubblico in modo da avviare una convenzione a prezzo concordato e calmierato per il servizio di autospurgo.
La due mozioni sono state ampiamente discusse e condivise dai consiglieri e dall’Assessore Patrizia Baiata presente in aula.