Paceco, Il comune decide di non prendere in consegna il servizio idrico subentrando all’EAS

Il Consiglio Comunale di Paceco, convocato in seduta d’urgenza dal Presidente Gaetano Rosselli lo scorso venerdì 12, con voto unanime(13 voti tra maggioranza e minoranza), ha respinto l’atto deliberativo che impegnava il Comune a prendere in consegna il servizio idrico subentrando all’EAS , ente in liquidazione.

L’Assesorato Regionale all’Energia infatti a seguito della legge regionale numero 16/2017 che pone in liquidazione l’EAS e impone ai Comuni la presa in carico del servizio idrico, aveva nominato un Commissario ad Acta che ha dettato tempi e modalità per l’iter consiliare.

Il massimo consesso cittadino invece ha respinto la proposta, arrivata in aula peraltro con il parere contrario del responsabile del settore di competenza, considerando l’imposizione dell’Assessorato Regionale una forzatura gravosa per l’intera comunità ed insopportabile per le esigue risorse finanziarie ed umane dell’Ente.

Il Sindaco Scarcella nel suo intervento ha ribadito la sua contrarietà all’atto deliberativo e ha preannunciato che in sinergia con gli altri sindaci dei 16 Comuni della provincia di Trapani interessati avvierà un confronto con l’Assessorato al fine di ottenere supporto nel subentro alla gestione del servizio idrico integrato.