Sigel Marsala, a Trento la prima sconfitta della stagione

Per la 2^giornata di andata nel girone “B” di A2 femminile, la Sigel, impegnata al Palazzetto Sanbàpolis di Trento, esce sconfitta in tre set della durata totale di circa un’ora e mezza di gioco con i parziali qui di seguito riportati: [25/20; 25/21; 25/23]. Marsala ha affrontato una squadra pronta a dire la sua, essendo stata costruita, come si è detto in sede di presentazione, per stazionare nei quartieri alti di graduatoria. Con una piccola punta di rammarico la prima uscita esterna si consuma senza raccogliere punti e facendo incassare alla Sigel, priva dell’apporto agonistico di Brzezinska, così la prima sconfitta stagionale. Alle azzurre i sussulti e gli squilli non sono mancati, facendo scorrere più di un brivido lungo la schiena agli sportivi del luogo, quando si è andati a rimontare le dirimpettaie con dei break sviluppatosi nella parte centrale di tutti e tre i singoli segmenti, costringendo Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino, sia sul finire di secondo che di terzo set a due time out discrezionali chiamati a stretto giro di posta (emblematico davvero  il terzo e ultimo gioco, dove le azzurre in svantaggio sulla situazione di 24 a 21 annullano due match/ball e si portano sul 24/23 prima di lasciare la presa dopo una misura imprecisa al servizio di Fucka scivolato in out, ndr). Un ruolo decisivo per il successo delle gialloblu lo ha avuto la presenza costante dell’attaccante di posto-4 statunitense Deja McClendon eletta Mvp della sfida con 16 punti dati alla causa e il 53% in attacco ben assistita alla regia dalla siciliana Elisa Moncada. I meriti di Trento, nell’essere riuscito a non fare protrarre per le lunghe le sorti del match, sono da rimarcare poichè Marsala ha sfoderato una sontuosa prova in difesa. Ma un muro/difesa più attivo, l’efficacia in certi frangenti degli attacchi in pipe e le correlazioni di porzioni di taraflex coperte sono risultati essere determinanti e fedeli alleati del sestetto allenato da coach Nicola Negro che, al contrario, dalla linea dei nove metri ha sbagliato parecchio (11 errori nel fondamentale del servizio). Da parte lilibetana da segnalare gli incoraggianti score di Tatjiana Fucka di ruolo centrale (chiudendo la performance con 14 punti, 2 muri vincenti e il 75% registrato in attacco) e del capitano Veronica Angeloni, anche lei finita in doppia cifra al termine dell’incontro. Da Trento ci portiamo esperienza facendo tesoro di quello che è funzionato meno. Una defaillance che non intacca minimamente il morale della truppa allenata da Barbieri che deve considerare il turno di riposo della settimana entrante come una opportunità per completare il processo di amalgama di squadra, essendo le interpreti neoarrivi.
Tabellino. Samsung Galaxy Volley Cup  A2 2’giornata andata. Delta Informatica Trentino-Sigel Marsala Volley: 3-0 [25/20; 25/21; 25/23]
Delta Informatica Trentino: Moncada 4, Baldi 13, Fondriest 5, Fiesoli 12, Furlan 8, McClendon 16, Moro [L], Vianello [L]. n.e. Carraro, Tosi, Mason, Mazzon A., Mazzon G.
Sigel Marsala Volley: Avenia 1, Taborelli 4, Gabrieli 4, Angeloni 12, Fucka 14, Salvestrini 7, Ameri [L], Luzzi 2, Turlà. n.e. Brzezinska, Cosi, Vaccaro.
Arbitri: Angelo Santoro di Varese e Piera Usai di Milano