Borgo Cià, parla capitan Giuffrè: «Daremo il massimo»

Nuovi avversari, nuova categoria e nuovi stimoli per il Borgo Cià che si prepara alla prima di campionato in trasferta contro il Calatafimi. Ad intervenire ai nostri microfoni, l’attaccante, nonché capitano del Borgo, Alessio Giuffrè che fa il punto della situazione a meno di 48 ore dal debutto: «Rispetto all’anno precedente la squadra è rinnovata e siamo pochi i riconfermati. Abbiamo più qualità e più gente con esperienza in categorie importanti. Obiettivo? E’ quello di fare bene, di dare il massimo e fare un buon campionato, poi ben venga se arriva qualcosa di più».

Un progetto a lungo termine quello del Borgo Cià dopo il primo anno di assestamento. Però lo scopo è chiaro, cioè quello di rilanciare il calcio trapanese, da subito: «Come società neonata – prosegue Giuffrè – è una sfida affascinante affrontare un campionato di Seconda Categoria, con i dirigenti hanno fatto molti sacrifici per metterci nelle condizioni di esprimerci al meglio, disputando le partite interne in un campo sintetico, quale il Sorrentino. E’ quindi dovere di tutta la squadra dare il massimo per questa maglia, per onorare anche quella che fu negli anni 80/90». Su quanto può dare Giuffrè a livello personale: «In qualità di capitano, voglio dare l’esempio sia dentro che fuori dal campo, con la sportività la quale è un fondamentale di questa società e inoltre è nella mia indole dare sempre il massimo e aiutare i miei compagni per poter affrontare ogni partita al meglio».