Fortino granata! Al “Provinciale” il Trapani batte 3-0 il Rieti

Ripartenza. Dopo lo stop di Catania, il Trapani ritorna alla vittoria e lo fa in maniera convincente sotto gli occhi dei tifosi giunti al “Provinciale”; la formazione di mister Italiano esprime come al solito un gran gioco, ma, a differenza della trasferta etnea, riesce a concretizzare le occasioni da gol e resta saldamente in cima alla classifica. Mister Italiano opta per Nzola al posto di Evacuo e per la prima volta si vede Toscano negli undici titolari; mister Cheu schiera i suoi con un 4-2-3-1 con unica punta Gondo.

La prima frazione è completamente a senso unico per i granata, troppo alta la differenza di valori tecnici in campo con la formazione laziale. Nonostante il punteggio a fine primo tempo dimostri la totale supremazia dei granata, nei primi 25 minuti il Rieti cerca di imbrigliare la manovra dei padroni di casa senza però affacciarsi mai dalle parti di Dini. Dopo le solite urla di incitamento di mister Italiano, il Trapani si sveglia al 25’ quando un cross perfetto di Scrugli trova Nzola in area di rigore, il match-winner della partita contro il Bisceglie non è freddo e cinico sotto porta e spreca con un tacco velleitario. Passano quattro minuti e il Trapani capitalizza al meglio un’azione fantastica: uno-due tra Nzola e Ferretti e cross per Golfo che in semi-rovesciata calcia verso la porta, ma la sua conclusione viene intercettata col braccio da un difensore avversario e l’arbitro assegna penalty per i granata. Dal dischetto Corapi è infallibile e sigla l’1-0 Trapani. Da quel momento in poi il Rieti va in bambola completa e incassa altri due gol nel giro di dieci minuti. Al 34’ Aloi sfrutta una corta respinta della difesa e insacca con un destro potente alla destra di Chastre; al 40’ tris granata con Corapi che calcia col mancino dopo un perfetto cross di Ferretti su schema da rimessa laterale.

Nella ripresa il Trapani riesce ad amministrare il vantaggio acquisito nel primo tempo e non rischiare più di tanto in difesa; da segnalare soltanto la traversa di Tulli con uno splendido colpo di testa e un diagonale di C. Ferreira fuori di poco. Il largo vantaggio permette anche a mister Italiano di ruotare i suoi e di far rifiatare coloro che hanno quasi sempre giocato in questo inizio di campionato come Corapi e Ramos. Buona la prestazione di Nzola che lievita col passare dei minuti e non fa sentire l’assenza di Evacuo (per lui 15 minuti, ndr), reduce quest’ultimo da una prova opaca al “Massimino” di Catania.

Altra prova maiuscola dei granata in quest’inizio di campionato. La partita di Catania è sembrata più uno scivolone e non una vera e propria bocciatura per il Trapani, che aveva dominato anche in terra etnea per i primi 45 minuti di gioco. Il Trapani vince e convince. Ancora.

*immagine di proprietà del Trapani Calcio