Tracollo casalingo del Borgo Cià. Il Castellammare passa 3-0 al “Roberto Sorrentino”

Una partita fatta di episodi che condanna il Borgo Cià alla seconda sconfitta in altrettante gare di campionato. Il Castellammare, da parte sua, è stata brava a concretizzare le occasioni presentatesi confermandosi in vetta alla classifica con 0 zero gol subiti. A proposito di possibilità, il Castellammare capitalizza al meglio una punizione di Todaro durante il primo tempo con Bevilacqua non esente da colpe. Nella ripresa il Borgo ha l’occasione per pareggiarla: l’attaccante però sceglie il colpo di punta anziché angolarla, trovando l’opposizione in angolo del portiere.

Parrinello, appena entrato, non riesce a schiacciare di testa, saltando al centro dell’area libero da ogni marcatura. Ma gli ospiti, poco dopo, ha una doppia chance per trovare il raddoppio: Bevilacqua prima è bravo a coprire il palo, poi può solo guardare uscire fuori di poco il tiro dell’attaccante. Il raddoppio è un infortunio del Borgo con Bevilacqua che non riesce ad amministrare un pallone proposto indietro dal Parisi. Lo 0-3 direttamente sugli sviluppi di un calcio da fermo e Neglia incorna.

Mister Lucido a fine gara non usa mezzi termini: “Partita deludente. Paghiamo l’emozione della partita interna, abbiamo paura di giocare. Primo tempo giocato discretamente bene tranne l’episodio che ci ha danneggiato moralmente. Qualche possibilità nella ripresa ma con poca trama di gioco. Due episodi che ci hanno tagliato le gambe”.