Il Trapani resiste alla “corazzata” Casertana: il big-match termina 0-0

Davide contro Golia. Il titolo del match tra Casertana e Trapani doveva esser questo a sentire le previsioni estive degli esperti, soprattutto dopo la chiusura del calciomercato. Una Casertana versione “Real Madrid” della serie C non sta però rispettando i piani della vigilia; dal canto suo mister Italiano sembra, invece, aver dato una quadratura ai granata che volano in classifica e possono sognare in grande.

Alla lettura delle formazioni, entrambi i tecnici piazzano la sorpresa che non t’aspetti: Evacuo e Floro Flores in panchina. Clamoroso. Non per il Trapani e gli addetti ai lavori intorno al mondo granata; mister Italiano, infatti, è solito ruotare i suoi e anche oggi abbiamo avuto la dimostrazione con Dambros e Nzola titolari per Golfo ed Evacuo. Pronti via e dopo 20 secondi ecco la frittata di Russo che raccoglie il pallone con le mani fuori dalla propria area ma, fortunatamente per lui, dalla punizione susseguente, Corapi non centra il “sette” per pochi centimetri. Nei primi minuti il Trapani orchestra molto bene in mezzo al campo con il solito folletto numero 19 che catalizza tutti i palloni che passano a centrocampo; al 16’ altra chance per i granata: angolo di Corapi e mischia in area che porta ad un nulla di fatto con Russo che blocca a terra. Al 20’ entra in partita Nzola che, servito sulla linea del fuorigioco, rientra sul suo mancino ma calcia incredibilmente alto a tu per tu con l’estremo difensore della Casertana. Passano appena due minuti e ancora Nzola ha l’occasione per sbloccare il match con un destro a giro che lambisce il palo. La Casertana subisce la manovra dei granata, ma quando si propone in avanti lo fa a pieno regime con le avanzate di Zito che sortiscono qualche preoccupazione dalle parti di Scrugli. Al 23’ prima occasione per i padroni di casa con Padovan che, servito in profondità, calcia col mancino ma trova un attento Dini che devia in corner; dagli sviluppi del corner è lo stesso numero 18 della Casertana a sprecare una clamorosa palla gol, ma da tre metri calcia addosso all’estremo difensore granata.

Se la prima frazione di gioco ha visto numerose occasioni per sbloccare il match, nella ripresa le due formazioni sembrano sentire più la fatica e difficilmente si rendono pericolose per le difese avversarie. L’unica vera palla gol è ancora sui piedi di Padovan che calcia al volo col mancino, ma trova ancora una volta una risposta formidabile di Dini, autentica saracinesca dei granata in questo inizio di campionato.

Il Trapani continua il suo momento positivo in campionato e resiste anche alla corazzata Casertana. Da Davide contro Golia si è passati ad una partita giocata ad armi pari (ai punti avrebbero meritato i granata forse, ndr). Aaahh, che bello il calcio…

*immagine di proprietà del Trapani Calcio