Erice, Spagnolo. ” Un atto di indirizzo per la costituzione dello sportello Europa”

352

Riceviamo e trasmettiamo integralmente la nota stampa del consigliere del comune di Erice Giuseppe Spagnolo.

“Nella seduta del 12/11/2018, ho ritenuto fondamentale, a quasi 2 anni dall’insediamento della nuova Amministrazione e considerato che si tratta di una innovazione inserita nel programma della sindaca Daniela toscano, richiedere  l’istituzione dello sportello Europa presso gli uffici del Comune di Erice; l’ufficio Europa è previsto anche nell’articolazione extra-settoriale, approvata con delibera di giunta N. 242 del 08/11/2018 avente ad oggetto : “ASSETTO STRUTTURALE DEI SERVIZI E DEGLI UFFICI E DELL’ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE. MODIFICA DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA – NOVEMBRE 2018”.

Oggi una delle priorità che la buona politica deve perseguire, per lo sviluppo del territorio,  è il reperimento di risorse comunitarie.

Occupandosi di finanziamenti ed opportunità comunitarie, l’istituzione dello sportello Europa rappresenta una priorità posto che il percorso amministrativo del Comune di Erice, negli ultimi 10 anni, è stato sempre attento all’individuazione e al reperimento di fondi pubblici; esempio ne sono i numerosi cantieri che in questi anni hanno interessato e senza dubbio valorizzato il territorio ericino. Grazie ai contributi comunitari infatti,   enti pubblici e privati dei Paesi dell’Unione europea hanno la possibilità di costruire progetti di respiro internazionale nei più disparati campi d’azione, dalla cultura al settore educativo, dalle politiche ambientali ai temi riguardanti la salute, dalle politiche sociali alla pianificazione urbana ma soprattutto sviluppare  progettualità che mirano alla crescita rurale e turistica del ns territorio.

La “mission” dell’Ufficio Europa sarebbe quindi quello di sostenere il Comune di Erice  e i privati nella presentazione di progetti comunitari.

Nell’ottica di una necessaria programmazione, che tutti auspichiamo possa tradursi in sviluppo del nostro territorio, è  fondamentale fornire informazioni mirate ai vari settori del Comune riguardo le opportunità che in tempo reale offre l’Europa; inoltre imprese, giovani e tutti i cittadini potrebbero ricevere  risposte alle richieste su approfondimenti relative ai programmi e alle opportunità di finanziamento dell’Unione Europea, mediante la pubblicazione sul sito web del Comune di Erice di bollettini, info sui bandi etc…

La Commissione Europea ha approvato il Programma Operativo Regionale (POR) della Sicilia per il settennio 2014/2020, che vede uno stanziamento di risorse per 3 miliardi e 418 milioni di euro sul FESR (il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale), che, coi relativi cofinanziamenti, arriveranno a ben 4.557.908.024,00 euro. L’innovazione, la ricerca, la sostenibilità ambientale e lo sviluppo della competitività e delle reti sono i cardini della nuova programmazione.

L’Ufficio “Sportello Europa”, consentirebbe di reperire in modo diretto e veloce, on line dal sito del nostro Comune, tutte le informazioni e le opportunità di finanziamento destinate alle piccole e medie imprese che operano nei diversi settori economici. Proviamo ad immaginare quale possa essere l’incidenza di una struttura operativa e/o consultiva, all’interno del ns. Comune, in un territorio a vocazione rurale ma soprattutto turistica come il nostro.

L’attività dell’Ufficio Europa ritengo possa tradursi anche in una grande opportunità sull’ aggiornamento sistematico degli uffici rendendo Erice un Comune “SMART” grazie alle opportunità finanziate dalla comunità europea; inoltre , senza dubbio,  consentirebbe alle piccole medie imprese operanti sul nostro territorio, di essere più competitive migliorando e aggiornando i propri servizi e la propria performance   così da essere sempre più al passo con i tempi in un mercato ormai rigidamente selettivo.

Occorre puntare su una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva di tutto il territorio.

Crescita e occupazione, lotta contro i cambiamenti climatici e riduzione della dipendenza energetica, della povertà e dell’esclusione sociale saranno gli obiettivi che questa Amministrazione dovrà continuamente perseguire.

Nelle prossime ore chiederò al Consiglio Comunale di votare un atto di indirizzo che inviti L’Amministrazione Comunale ad adoperarsi affinché nel più breve tempo possibile possa essere costituito lo sportello Europa facendo un avviso pubblico per individuare le figure che professionalmente al meglio possano svolgere il ruolo di consulenti di finanza pubblica promuovendo iniziative in ambito europeo, cercando le vie per accedere a finanziamenti comunitari al fine di avvicinare i cittadini alle Istituzioni Europee, ma anche renderli più consapevoli della cittadinanza attiva europea, processi che senza dubbio servono a favorire  una maggiore crescita inclusiva, sostenibile ed intelligente.”