L’Associazione “V Ateneo – Università del Mediterraneo” di Trapani e il progetto High-performance computing (HPC)

Continua l’azione costante dell’Associazione V Ateneo nella sua mission che intende favorire la crescita culturale, economica e sociale della Città di Trapani e del suo territorio.

 

V Ateneo ha trasmesso, in questi giorni, al Sottosegretario di Stato, Sen. Maurizio Santangelo, la stesura completa di un proprio progetto di High-performance computing (HPC), che è stata portata all’attenzione di un apposito pool di tecnici, operanti a Palazzo Chigi, che ne sta valutando fattibilità e sostenibilità.

Tale progetto prevede la realizzazione a Trapani di un HPC (in italiano calcolo ad elevate prestazioni) in grado di fornire soluzioni a tutta una serie di interrogativi complessi in ambito a discipline quali biologia, medicina, astronomia, fisica applicata, meteorologia, intelligenza artificiale.

Questa struttura operativa, realizzata a Trapani ma che intende essere al servizio delle Università Italiane e di tutti gli Atenei dell’intera area del Mediterraneo, potrebbe cambiare non soltanto il presente ma, principalmente, il futuro della Città di Trapani e delle generazioni che seguiranno” – così dichiara il Dott. Orazio Mistretta, presidente dell’Associazione V Ateneo.

Fondamentale, in merito, la messa a punto progettuale effettuata dal gruppo di lavoro coordinato dal ricercatore trapanese Dott. Vito Genna dell’IRB (Institute of Research in Biomedicine) di Barcellona: si tratta del frutto di una complessa elaborazione di dati forniti all’Associazione direttamente dall’ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica), interfacciati con altri acquisiti da Alma Laurea. Fin dalla fase progettuale, dunque, la proposizione di Trapani come polo d’eccellenza appare non soltanto verosimile ma, anche, assolutamente concreta.