UN MURALES DEI SINDACATI CON LE DONNE E CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

226

Sindacati in prima linea a ricordare la ”Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, anche a Trapani. Anzi, a Erice. Cgil, Cisl e Uil si sono dati appuntamento all’interno della stadio provinciale per una manifestazione in un certo senso irrituale. Niente scarpette rosse simbolo internazionale della protesta, ma un grande murales in una delle pareti dello stadio.

Un murales dipinto dall’artista trapanese Nanno Gandolfo che, non poteva essere diversamente, raffigura il volto di una donna. Ogni domenica saranno centinaia di sportivi ad ammirarlo e ricordarne il significato.

Il significato di questa giornata è stato illustrato dai segretari generali dei sindacati alla piccola folla che si è radunata davanti l’opera; può essere riassunto da quanto scritto nel comunicato  stampa  che ha preceduto la manifestazione: “si tratta di una iniziativa voluta dalle O.S. volta a lasciare, in un luogo sempre più frequentato e aperto alle famiglie, un segno tangibile e permanente, interpretando così, attraverso il linguaggio universalmente riconosciuto dell’arte”, lo spirito di questa giornata voluta dalle Nazioni Unite.

E aggiungono “vuole essere memoria e omaggio alle donne vittime della ferocia e della barbarie, ma anche testimonianza e monito”. I comuni di Trapani ed Erice, presenti con i loro sindaci, hanno dato il loro patrocinio; la società di calcio del Trapani, gestore del campo sportivo ha offerto la sua piena collaborazione e adesione all’iniziativa.