L’Entello si affida al fattore casa. Arrivano le capoliste.

E’ già weekend. E’ tempo dunque di tornare sul taraflex per le formazioni maschile e femminile dell’Erice Entello, nei rispettivi campionati di Serie D. Sarà derby domani al “Pino Cardella” con fischio d’inizio fissato per le 18.30. L’Entello, in “trasferta”, se la vedrà contro la capolista Città di Erice, a punteggio pieno dopo tre giornate. «Bisogna prestare massima attenzione – afferma la coach Cristina La Commare – sui fondamentali: battuta, ricezione con un occhio anche sulla difesa». Un avvio di stagione tutt’altro che agevole per l’Entello. L’obiettivo è ben chiaro, ossia quello di puntare sulle nuove leve: «Il gruppo è formato da atlete giovanissime (del 2002-03) – prosegue La Commare – basti pensare che in campo sono costantemente chiamate anche due ragazze del 2006, per cui le aspettative sono rivolte ad una crescita costante del gruppo e ad una acquisizione di esperienze in un campionato regionale. Tornando al derby, ecco la ricetta dell’allenatore: «Si giocano a viso aperto: spero in un approccio alla gara non timido ma spavaldo e combattivo. Certo è che il città di Erice è una compagine di esperienza che punta alla vittoria del campionato ma noi proveremo a dare il massimo».

Quarta giornata anche nel campionato di D maschile. Partita casalinga, oggi, per i ragazzi di coach Piervito Vulpetti, impegnati in un incontro parecchio ostico visto che al “Cardella” arriva l’RCS Volley LAB ASD, prima della classe. Gli ericini, dalla loro, nutrono tutt’altre ambizioni: «Con il clima invernale, iniziano gli infortuni, mischiati ai malanni di stagione – esordisce Vulpetti – Abbiamo completato la settimana per provare a batterli. Sappiamo che non sarà facile: l’RCS è una squadra forte, compatta e che vanta atleti di esperienza, con l’ambizione di fare il salto di categoria». Vulpetti non si nasconde: «Ci proveremo fino alla fine, non abbiamo nulla da perdere. Dovremo giocare senza alcuna pressione: forse qualcosa di buono verrà fuori». Tutti in campo alle 18.30.