Pallacanestro Trapani: obiettivo ripartenza, domani la sfida al PalaConad con Scafati

223

È tempo di ripartire e di invertire il trend negativo che dice tre sconfitte consecutive. Domenica scorsa la 2B Control ha sfiorato la vittoria in trasferta e nelle ultime due uscite precedenti a questa ha fatto vedere buone cose, ma non ha ottenuto punti. Adesso però è tempo di vincere e di muovere così la classifica.

La Pallacanestro Trapani torna a casa, domani pomeriggio al PalaConad alle 18 affronterà la Givova Scafati, match valido per il decimo turno del campionato di serie A due, girone ovest.

Le due formazioni stanno vivendo un momento delicato, entrambe reduci da tre sconfitte di fila. 

La Givova è squadra che è mutata tanto da inizio stagione fino ad adesso, l’arrivo (o meglio il ritorno) di un giocatore, Jonathan Tavernari, e l’uscita di un’altro, Nazzareno Italiano; ha dovuto subire vicissitudini extra cessistiche e il cambio di guida tecnica, con le dimissioni di Marco Calvani e l’avvento in panchina di coach Lino Lardo, vecchie conoscenze della 2B Control. Dopo le prime due vittorie, con Latina e Siena, con la nuova guida tecnica, sono arrivate queste ultime tre sconfitte, di cui l’ultima contro Capo d’Orlando di ben 32 punti. 

Scafati potrebbe così arrivare in Sicilia arrabbiata e intransigente, pertanto la difficoltà del match è, per molti aspetti, decisamente elevata.

La compagine scafatese è una squadra nata per competere, energica e fisicamente forte. Ha due americani interessanti, Goodwin, ala, e Thomas, guardia ex Virtus Roma. pacchetto di italiani che completa il quintetto è formato da Ammannato, uno a scelta tra Rossato e Romeo e il neo arrivato Tavernari, giunto per sopperire l’assenza per  infortunio del ex granata Claudio Tommassini. 

Coach Parente in conferenza stampa ha parlato così: <<Con l’arrivo di Lardo, Scafati gioca più di sistema, con gerarchie ben precise in attacco dove provano a sfruttare l’estro di Thomas. E’ difficile inquadrare Scafati come squadra perché ha un talento diffuso, non bisogna sottovalutare nessuno, rimanere concentrati e sereni per 40 minuti poiché sarà una gara dura che entrambe le squadre vorranno vincere.>>

Per i granata quella con la Givova si prospetta una sfida stimolante, oltre a essere l’occasione per un imponente reazione in campo di Renzi e compagni. Il pubblico del PalaConad può rappresentare la spinta decisiva verso la vittoria.