Il Trapani espugna Pagani e si regala un Natale felice: Paganese battuta 3-1

Vincente e convincente. Dopo il successo della settimana scorsa contro il Rende, i granata espugnano il “Marcello Torre” di Pagani e regalano un Natale di gioia ai propri tifosi, in attesa del turno infrasettimanale contro il Catanzaro. Un Trapani che domina tutto il match contro l’ultima in classifica e che legittima ampiamente il successo con due pali colpiti nel corso della gara.

Durante la prima frazione la Paganese regge bene le sortite offensive dei granata e addirittura rischia di passare in vantaggio subito con una punizione di Scarpa, dopo appena 120 secondi, che viene deviata in angolo da Dini. Dopo lo spavento iniziale, il Trapani si scioglie e prende possesso del “ring” grazie a Corapi e Taugourdeau; proprio il numero 19 granata, al 24’, calcia una punizione velenosa che si spegne a fil di palo. Dopo un goal annullato alla Paganese per fuorigioco, il Trapani rischia di passare al 38’ con Dambros che si gira e calcia col mancino, ma Santopadre devia in angolo ed evita lo 0-1. L’estremo difensore della Paganese ha un gran da fare negli ultimi minuti e se la cava egregiamente: prima devia in angolo un bolide da lontano di Taugourdeau, poi salva ancora sul francese e su un altro tiro pericoloso di Costa Ferreira. Quando Santopadre non può far nulla, la fortuna aiuta la Paganese: è il 40’ e Tulli calcia a giro col destro, ma il pallone si stampa sul palo a portiere battuto.

La ripresa si apre con i botti dei granata che, nel giro di cinque minuti, segnano due gol e chiudono la partita. Al 47’ ci pensa Aloi a trafiggere Santopadre con un mancino incrociato, mentre il raddoppio è opera di Dambros che, dopo un contropiede orchestrato da Corapi, calcia col mancino nel sette e batte il portiere. I granata si rilassano un po’ visto il doppio vantaggio e la Paganese ne approfitta per accorciare le distanze con Cesaretti, il numero 25 di casa è il più esto di tutti ad infilare il pallone in rete dopo un miracolo di Dini su colpo di testa di Piana. La partita sembra riaperta ma Nzola, appena entrato, evita ulteriori sofferenze ai granata e con un facile tap-in, dopo palo di Corapi, sigla l’1-3 definitivo.

Altri tre punti ottenuti, morale alto e voglia di far bene. Il Trapani di Italiano continua la sua marcia in campionato e si porta a quota 36 punti in classifica; adesso testa al Catanzaro che mercoledi arriverà al Provinciale affamato di punti…

*foto di proprietà del Trapani Calcio