2B Control: trasferta delicata, domani l’esame Legnano

L’agenda della Pallacanestro Trapani prescinde dalle festività, infatti il campionato di Serie A2 non conosce sosta e domani, 30 dicembre, si gioca la quattordicesima giornata di campionato, la penultima prima del giro di boa.

La squadra di coach Parente, dopo il largo successo di domenica scorsa nel derby con Agrigento, vittoria bella e convincete, è attesa da Legnano. La palla a due alle 17 al PalaBorsani di Castellanza.

La prossima avversaria dei granata sta disputando una stagione sottotono, con 6 punti occupa il penultimo posto, davanti solo a Cassino, con un record di 3 vittorie e 10 sconfitte. Non sempre le prestazioni della squadra di coach Mazzetti (subentrato in corsa a coach Sacco) sono coincisi con la vittoria, pertanto Legnano non deve essere sottovalutata. I biancorossi hanno affrontato ogni match con grande energia, ceduto non senza lottare e in più sono stati poi capaci di vittorie importanti come quella con Rieti.

Coach Mazzetti si affida a due americani forti, London nello spot di 5, per lui 12.7 p.ti di media ai quali aggiunge 5.6 rimbalzi, e Raffa nel ruolo di play. È lui il punto di riferimento cui Legnano si aggrappa nei momenti di difficoltà o decisivi della partita. È il miglior realizzatore della squadra con 22.3 p.ti di media. L’altra bocca da fuoco biancorossa è la guardia Bortolani, 11.9 p.ti ad incontro. Completano lo starting five l’ala piccola Serpilli e il pivot Bozzetto che vanta ben 9.5 rimbalzi per partita. Dalla panchina escono a dare manforte Ferri, Bianchi cambio dei piccoli, Corti cambio dei lunghi e Benetti.

Trapani, da parte sua, dovrà avere l’abilità di dettare i ritmi del match, evitando di subire parziali pesanti nei momenti di blackout, che si sono rivelati letali finora in trasferta. Bisognerà affrontare tutto con la massima concentrazione. Sono due punti che fanno particolarmente gola a una squadra affamata di conquistare una vittoria esterna. Una partita da vincere per continuare un trend positivo che vista la classifica cortissima acquisirebbe enorme valore. Dopo i due punti conquistati nel derby con Agrigento, tornare col bottino pieno da Legnano, permetterebbe di sognare il tris nell’altro derby, quello con Capo d’Orlando. Ma il verbo di coach Parente è “una partita alla volta”, per cui adesso testa a Legnano. Sarà la volta buona?!