Donazione di due canestri, alcune precisazioni da parte di Trapani per il Futuro e Pallacanestro Trapani

A seguito della notizia che riguarda la donazione di due canestri da parte del Lions Club, l’associazione Trapani per il Futuro e la società Pallacanestro Trapani, ci tengono a precisare quanto segue:
Rimbalza da molti giorni – e su tutte le testate giornalistiche locali – una notizia fuorviante riguardante il campo da basket antistante il Palailio, noto per essere un punto di riferimento del “playground” trapanese.
Secondo quanto riportato, il suddetto campetto sarà ripristinato dal Lions Club il 2 Febbraio, a margine di un torneo di beneficenza organizzato insieme all’AIL e al quale prenderanno parte gli avvocati e i magistrati del foro di Trapani, Palermo e Catania.
Pur essendo solidali agli scopi per cui tale torneo è stato organizzato, vale a dire la donazione di mezzi per raggiungere il reparto di ematologia per la cura di particolari tipi di tumori, dobbiamo comunque rivolgere alcune precisazioni.
Il campetto non verrà inaugurato la prossima domenica dal Lions Club, come erroneamente comunicato. Il ripristino di quel campo rientra in un progetto di Trapani per il Futuro e della Pallacanestro Trapani, che non prevede esclusivamente l’installazione dei canestri, ma anche la realizzazione di due murales a cura del Liceo Artistico di Trapani.
Trapani per il futuro e la Pallacanestro Trapani, infatti, si impegnano da parecchio tempo nello scopo. Tralasciando il fatto che l’istanza è stata ignorata per un intero anno, ovvero per tutto il tempo in cui la città è stata soggetta a commissariamento per i tristi motivi che tutti ricordiamo, ci siamo subito messi al lavoro una volta ottenute tutte le dovute autorizzazioni, più o meno tre mesi dopo l’insediamento della nuova Amministrazione.
Per la realizzazione dei murales abbiamo lanciato un concorso interno al Liceo Artistico, al termine del quale sono stati scelti due degli elaborati pervenuti, ideati rispettivamente da Diego Barraco e Cristian Lazzara, ma a cui prenderanno parte più di venti ragazzi. A tal proposito teniamo a ringraziare i dirigenti scolastici e gli insegnanti della scuola per la mediazione. A breve procederemo anche con l’acquisto dei materiali necessari.
I canestri, invece, sono già stati sostituti grazie al contributo della Pallacanestro Trapani, come potrete riscontrare anche dalle foto. Inizialmente, in realtà, prevedevamo di dover intervenire per la sola manutenzione, ma quando abbiamo avuto modo di constatarne le condizioni interne ci siamo resi conto che andavano sostituiti di sana pianta. Adesso sono mancanti soltanto dei tabelloni, che arriveranno entro la settimana prossima.
Speriamo, dunque, di poter ufficializzare a breve la data di inaugurazione, così da restituire alla città un suo importante luogo di aggregazione. È nei nostri piani anche una riqualificazione dell’aiuola limitrofa, poiché riteniamo che l’area abbia un enorme potenziale inespresso, appiattito duramente dal degrado e dall’incuria che si trascinano da anni. Confidiamo in un deciso cambio di rotta. Se politica, burocrazia e cittadini cooperano per raggiungere un obiettivo, allora nulla ci è precluso.